Home Cronaca di Torino Sindone: siamo già a quota 600.000

Sindone: siamo già a quota 600.000

0
SHARE
Sindone: siamo già a quota 600.000
Sindone: siamo già a quota 600.000

Torino è custode del sacro vestiario che si attribuisce a Gesù fin dal 1578, quando il Duca Emanuele Filiberto di Savoia decise di trasportare nella nuova capitale anche il Santo lenzuolo.

Da sempre la Sacra Sindone attira migliaia di cristiani che rendono omaggio alla reliquia; la quale, siate credenti o no, ha un valore fortemente simbolico.

Le ostensioni sono eseguite solo in particolari occasioni (solo 11 da quando è giunta a Torino), e per questa ragione quando la curia decide di esporla ai pellegrini, questi rispondo in numero molto alto poiché è imprevedibile la successiva messa in mostra del Sacro lenzuolo. E anche quest’ anno non fa eccezione: secondo il sito ufficiale, www.sindone,org le prenotazioni a circa 60 giorni dall’ apertura al pubblico sono circa 600.000!

Sindone: siamo già a quota 600.000

Un grande numero che constata il calore e la fede che circonda questa reliquia e la risposta che Torino dà ogni volta che viene offerta ai suoi cittadini.

Il comitato organizzatore ha predisposto dei lavori di messa in miglioramento del Duomo che in questo modo potrà accogliere nel migliore dei modi i visitatori.

Inoltre esiste un servizio di accompagnatori per malati e disabili, un gruppo di volontari che si occuperà dell’ accoglienza, e delle linee di trasporto speciali offerte da Gtt, Cavourese e Trenitalia che faciliteranno l’ avvicinamento all’ evento per chi non vive in città.

Infine ricordiamo che la partecipazione è totalmente gratuita, che la prenotazione è obbligatoria ed effettuabile per persone singole o gruppi, modificabile e cancellabile tramite due canali: il call center operativo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19, o il sabato dalle 9 alle 14 oppure il sito internet sopra citato alla voce “prenotazioni”.

Correlato:  Platti: da oggi è di nuovo aperto!

 

Alessandro Rigitano

(Seguiteci anche su Facebook!)

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here