Home Cronaca di Torino Torino e le librerie: tra chiusure e…aperture

Torino e le librerie: tra chiusure e…aperture

15
SHARE
Torino e le librerie: tra chiusure e...aperture
Torino e le librerie: tra chiusure e...aperture

Anche se negli anni si è conquistata l’appellativo di città del libro, in parte dovuto all’annuale svolgimento del Salone omonimo, Torino in silenzio sta assistendo alla perdita di innumerevoli librerie.

La chiusura delle più famose Zanaboni, Fogola e Remainders Giolitti, sono solo la punta dell’iceberg. Come loro,anche altre piccole realtà quali le fumetterie, Ren Comics, Steamboat e Jack Comics o le più classiche Druetto, Lattes e La bottega dei libri, sono state vittima della tanto citata crisi; che in questi periodi non manca d’essere accompagnata dagli affitti improponibili dei locali.

Continuando comunque sulla scia dei pezzi da 90 torinesi, caso a se fanno invece Paravia e Il tempo ritrovato, rispettivamente poste in via Garibaldi e via Po, che sembrano una spostarsi di sede e l’altra dare cessata attività.

Torino e le librerie: tra chiusure e...aperture
Torino e le librerie: tra chiusure e…aperture

Con quanto detto fino ad ora sembra che l’ultima speranza torinese sia “Il libro ritrovato” di Piazza Carlo Felice; ricorrenza che vede, ogni prima domenica del mese, gli appassionati visitare le bancarelle in cerca di qualche interessante occasione.

Ma non è così, perché a fronte di numerose uscite di scena, molti altri sono subentrati; non parliamo solo di librerie, bensì anche luoghi di ritrovo.

Vediamo chi sono e soprattutto dove sono dislocati

Posta in via Frejus vi è la fumetteria Fantasy Factory, le librerie San Paolo e Sturiellet in via di Nanni, andando poi verso piazza Castello saltano all’occhio la fumetteria Guruguru e Pop Store.

Per quanto riguarda i circoli di cui prima, in particolare in Centro vi sono Linea 451, Golem, Bartle Books e Bardotto, quest’ultima un’unione tra una torteria ed una libreria. Più spostate invece verso zona Vanchiglia vi sono Il ponte sulla Dora e Thèrese.

Correlato:  Torino, la contraccezione e la "Pillola"
Torino e le librerie: tra chiusure e...aperture
Torino e le librerie: tra chiusure e…aperture

È infine necessario tenere alta l’attenzione sulla Galleria Umberto I che pare vedrà aprire al suo interno una libreria multietnica. Ma per il momento nulla di sicuro.

Damiano Grilli

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here