Home Enogastronomia Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo

Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo

6
SHARE
Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo
Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo

C’è lo zampino di un torinese nel trionfo dell’Italia, che ha appena vinto il Campionato Mondiale di pasticceria.

Alessandro Dalmasso, infatti, non è solo il titolare dell’omonima pasticceria di Avigliana, una delle migliori dieci d’Italia secondo il Gambero Rosso. È anche l’allenatore del team di giovani pasticcieri che si sono aggiudicati il primo posto al campionato appena conclusosi a Lione, in Francia. Si tratta di una competizione di altissimo livello, che si svolge nella città francese ogni due anni dal 1989, quando è stata lanciata per volontà del Maître Pâtissier Gabriel Paillasson.

Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo
Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo

Emmanuele Forcone, Francesco Boccia e Fabrizio Donatone hanno riportato in Italia un titolo che mancava da ormai diciotto anni, nonostante moltissime partecipazioni dei pasticceri tricolore (e dello stesso Dalmasso) alle fase finali della competizione nelle scorse edizioni. Un posto su podio c’era sempre stato, ma era sempre mancato il gradino più alto. Fino alla finale 2015.

Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo
Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo

«Vincere è stata un’immensa soddisfazione – dice Dalmasso – mancava in Italia ingiustamente da troppo tempo. I tre ragazzi hanno disputato la gara perfetta». I tre sono in effetti una squadra competente e molto ben assortita: Emmanuele Forcone, è il campione italiano in carica, ed è di Vasto come Fabrizio Donatone. Napoletano invece il terzo membro della squadra, Francesco Boccia. Forcone aveva partecipato già nel 2011, conquistando la medaglia di bronzo.

Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo
Un torinese ha guidato i pasticcieri campioni del mondo

I tre sono stati guidati da Dalmasso in una gara durata ben dieci ore contro altre venti squadre provenienti da tutto il mondo. Il trio ha dovuto presentare tre dessert al cioccolato, tre dessert alla frutta, 12 dessert al piatto, una pièce artistica di zucchero, una pièce artistica in cioccolato e una scultura artistica in ghiaccio. Ogni creazione è stata scrupolosamente assaggiata e giudicata da una giuria internazionale, di cui faceva parte anche l’italiano Iginio Missari come presidente onorario.

Correlato:  Consigli per gli acquisti... golosi

Un lavoro d’equipe perfetto e ben coordinato, che ha portato l’Italia sul gradino più alto del podio, dietro a Giappone e Stati Uniti.

Giulia Ongaro

Seguici anche su Facebook per rimanere sempre informato!

https://www.facebook.com/mole24torino?fref=ts

 

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here