Home Cronaca di Torino Riforma verso il varo, le Circoscrizioni saranno sei

Riforma verso il varo, le Circoscrizioni saranno sei

17
SHARE
Il centro? Fino a Corso Lecce.
Anche Torino si adegua a una lunga rivisitazione di Province e territori locali, ponendo mano alle Circoscrizioni e organizzandone una cospicua riduzione.
Pochi giorni fa si è trovato l’accordo: la apposita Commissione Decentramento ha varato una bozza di Statuto e i quartieri della città subiranno un nuovo accorpamento. Da 23 a 10 anni fa, e adesso da 10 a sei.

 

Una riduzione che dovrebbe portare anche un cospicuo risparmio alle casse comunali: fra politici dirigenti e direttori non più a libro paga si parla di due milioni e mezzo circa.

Una bozza votata in Commissione con 22 si (Pd, di Sel, l’indipendente Sbriglioe il Movimento 5 Stelle) e il parere negativo del Centrodestra, con l’astensione di Ncd.

La riforma si propone quindi di creare quartieri più grandi (come detto,l’esempio del Centro che arriverebbe fino a corso Lecce), ma anche di concedere ai rioni, detto alla romana, più autonomia e competenze.

Si pensa ovviamente anche a un dialogo con i cittadini, con una specie di ufficio per ognuno dei vecchi 23 quartieri torinesi, una sorta di Ufficio relazioni con il Pubblico allargatissimo, ma non solo. Un punto di contatto dove portare istanze, idee e proposte che magari prima dovevano passare per gli uffici di Palazzo Civico e che adesso potrebbero essere gestiti in modo realmente decentrato.

Sembra interessante: staremo a vedere

Redazione Mole24

 

 

Commenti

Correlato:  Passo indietro per la Centrale del Latte di Torino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here