Home Spor-to Logica e follia: il Toro sbanca Cesena

Logica e follia: il Toro sbanca Cesena

1
SHARE
Logica e follia: il Toro sbanca Cesena
Logica e follia: il Toro sbanca Cesena

Quando, al Manuzzi, Guida fischia l’inizio, se escludiamo una squadra bianconera che gioca in rosa e una granata che gioca in blu, è la logica a dominare la scena. Logica la formazione del Toro senza giocatori fuori ruolo a centrocampo e con due “mezzali” (si può ancora parlare di mezzali nel calcio moderno?) ad aiutare gli attaccanti.

Logica la prestazione del Toro che non si accontenta di essere sulla carta più forte di un Cesena che ha vinto solo all’esordio, ma lo dimostra. Logico, quindi, l’uno-due del futuro papà Benassi e di un Quagliarella tornato ai livelli attesi da settimane con cui gli uomini di Ventura si portano sul 2-0 a metà tempo.

La logica inizia a vacillare quando, in una situazione analoga a quella che ha portato al rigore ed espulsione di Padelli contro la Lazio, Leali travolge Bruno Peres e l’arbitro Guida non indica dischetti né estrae cartellini rossi.

Logica e follia: il Toro sbanca Cesena
Logica e follia: il Toro sbanca Cesena

Il colpo del ko sfiorato rinfranca i romagnoli che, allo scadere della prima frazione, trovano un rigore in una situazione-limite (uscita evitabile e mal eseguita di Padelli, Brienza che cerca e trova il contatto, mentre la palla scivola via, anche se in modo meno clamoroso degli episodi di Klose e Peres): lo stesso Brienza riapre i giochi. Nel frattempo, giusto per piovere sul bagnato, Darmian alza bandiera bianca e verrà sostituito da Masiello.

Nella ripresa, col passare dei minuti, la follia inizia a prendere piede, benché il Cesena continui a dimostrarsi più arruffone che pericoloso (a proposito, se Defrel è questo, rimanga in Romagna). Follia sono i contropiedi sprecati dagli uomini in blu che dimostrano come il braccino, che si riferisca alla poca disponibilità di spesa sul mercato o alla paura di vincere, complichi sempre la vita del Toro.

Correlato:  A Torino la prima pista al mondo da sci sull'erba ( anche per disabili)

Follia è quella del povero Jansson che corona una settimana infernale con un mani in area tanto inspiegabile quanto netto: Brienza non può esimersi dal trasformare ancora il rigore, stavolta con un cucchiaio. 2-2 a pochi minuti dalla fine.

Alla follia, però, è giusto che la logica si ribelli e dopo pochi istanti Quagliarella pesca splendidamente da Maxi Lopez che, da bomber vero, regala il definitivo 3-2 al termine di una gara che, per certi versi, ricorda la fondamentale vittoria col Siena di due anni fa: più o meno nello stesso periodo, superiorità granata, doppio vantaggio, partita riaperta e un episodio che potrebbe fare da sliding door.

Alllora fu il rigore di Rosina, stavolta la pera del Galina.

Logica e follia: il Toro sbanca Cesena

Si gira a 22 punti e a più 6 dalla zona calda: visto il tipo di stagione e i guai autoinflitti e procurati dall’esterno, non è affatto poco. La proiezione direbbe salvezza super tranquilla.

Detto ciò guai a fingere per l’ennesima volta che tutto vada bene. Che questa squadra abbia disperato bisogno di qualità lo dimostra proprio l’azione decisiva che ha impegnato i tre giocatori più dotati in campo (Bruno Peres e i due attaccanti): senza quella si sarebbe rimasti sul risultato di parità.

Mentre si sorride giustamente sul fatto che Maxi Lopez, in pochi minuti di Toro, abbia fatto più di Barreto e Larrondo, la società dovrebbe pensare a non avere mai più dei Barreto e Larrondo in squadra. Sperando che gli infortuni di Darmian e Maksimovic non siano troppo seri, anche perché domenica, a San Siro, mancherà già Bruno Peres squalificato.

Ultima notazione per i tifosi granata: in un migliaio hanno portato una macchia di colore nel bianconero del Manuzzi e non era scontato. Siete stati belli, siete stati bravi, siete stati rumorosi. E siccome non ve l’ha detto nessuno, ve lo dico io: grazie.

Correlato:  Romania - Ucraina: oggi amichevole di prestigio a Torino

 

Francesco Bugnone

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here