Home Cronaca di Torino “Je Suis Charlie”: il grido arriva anche dal carcere

“Je Suis Charlie”: il grido arriva anche dal carcere

2
SHARE

Da poco più di una settimana è il nuovo slogan virale, a seguito dei drammatici fatti di Parigi.

Fin troppo virale, se si pensa che in molti, pochi giorni dopo i fatti e superato il logico momento di costernazione, ha cominciato ad avanzare qualche dubbio sull’incondizionata adesione agli ideali di Chalie Hebdo, il giornale satirico falciato da un attacco terroristico mercoledì scorso.

Torino ha comunque partecipato commossa alle commemorazioni per le vittime degli attentati terroristici, insieme a poche altre città in Italia.

E ancora da Torino arriva un’iniziativa originale e onorevole.

Dai detenuti del carcere torinese arriva un’iniziativa che farà senza dubbio parlare: nell’emporio Marte, dove vengono venduti prodotti realizzati all’interno delle case circondariali, sarà possibile ricevere in regalo, effettuando un acquisto, una maglietta.

Il loro è quello che abbiamo imparato a conoscere. nero, con la scritta #jesuischarlie.

 

(seguiteci anche su Facebook!)

“#jesuischarlie è l’hashtag di chi non vuole smettere di essere libero” racconta a Repubblica Gian Luca Boggia, il presidente della Cooperativa Extraliberi che gestisce un laboratorio di stampa all’interno delle Vallette. “E’ il nostro modo per ribadire la solidarietà alle vittime delle barbarie e testimoniare l’impegno di tutti, operatori e detenuti, nella costruzione di un mondo in cui possano prevalere l’integrazione e il dialogo tra culture diverse”.

Primo lotto: circa 60 magliette, in due versioni (unisex e femminile).

Volete vederle? Fate un salto in via delle Orfane 24 D a Torino.

 

Redazione M24

 

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here