Home Teatro Morire non è mai stato così divertente al Teatro Cardinal Massaia

Morire non è mai stato così divertente al Teatro Cardinal Massaia

5
SHARE
Morire non è mai stato così divertente al Teatro Cardinal Massaia Torino
Morire non è mai stato così divertente al Teatro Cardinal Massaia Torino

Un nuovo spettacolo scritto e diretto da Ivan Fabio Perna ha debuttato al Teatro Cardinal Massaia di Torino: Ti amo da morire. La pièce racconta in modo divertente la storia di due giovani fratelli proprietari di un’impresa di onoranze funebri.

Alex (Stefano Bianco) è un giovane scaltro e donnaiolo, dedito agli affari , mentre Gigi (Enzo Dino) timido e non troppo sveglio, preferisce dedicarsi alla cura dei “clienti” e alla sua passione: cucinare torte. Gigi è fidanzato dai tempi dell’asilo con Dolly (Valentina Massafra), una ragazza robusta arcigna e brontolona, da sempre innamorata di Alex.

Nelle loro vite, irromperà Lucy, giovane e bella studentessa universitaria, rispondendo all’annuncio che mette in vendita l’appartamento situato proprio sopra l’attività dei due fratelli. Risponderà all’annuncio Lucy (Ilaria Zoe Antonello), una giovane e bella studentessa di antropologia, vegana e animalista convinta. Alex perderà la testa per lei e inizierà a raccontare bugie sul suo lavoro, facendo ingelosire Dolly – la quale, nel frattempo, sta organizzando, complice sua madre, una truffa immobiliare in piena regola, ai danni dei due protagonisti – e creando una valanga di guai! A risolvere tutto ci penserà l’inquietante (ma simpaticissimo) Ugo (Alessandro Sena) il tuttofare dell’agenzia di pompe funebri, con modalità di comunicazione assai particolari.

Morire non è mai stato così divertente al Teatro Cardinal Massaia Torino

La Compagnia Brandon&Fabrice Theatre nasce dall’entusiasmo di due giovani attori torinesi: Enzo Dino e Stefano Bianco. Entrambi hanno all’attivo esperienze di cinema e televisive, mentre parte del cast è formato in parte da giovani attori diplomati del Liceo Coreutico “Germana Erba” di Torino.

La coppia di protagonisti appare già ben collaudata a questo primo debutto: si compensano a vicenda, tra naturalezza, attitudine e tecnica (certamente ancora da affinare). Tutti elementi che, col tempo e le repliche portate a casa, potranno migliorare.

Correlato:  La prima stagione teatrale del Circolo Bloom

Ivan Fabio Perna dimostra ancora una volta di saper trasferire dalla carta alla scena un ventaglio di emozioni e caratteri in grado di autodefinirsi e, allo stesso tempo, mescolarsi tra loro in maniera piuttosto fluente. Il risultato è una divertente commedia, dove l’ironia non viene utilizzata mai sopra le righe. Premiate dal calore del pubblico la perfida irruenza di Valentina Massafra e l’abnegazione con la quale il giovane Alessandro Sena ha costruito l’essenza “espressiva” del personaggio di Ugo, il quale “libera” la sua voce” – in un clima di sorpresa e apprezzamento generale – solo nel momento in cui si rende necessario rimettere a posto tutta la situazione.

 

Roberto Mazzone

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here