Home Territorio Turisti in montagna, come va quest’inverno?

Turisti in montagna, come va quest’inverno?

0
SHARE
Turisti in montagna, come va quest’inverno?
Turisti in montagna, come va quest’inverno?

In questo 2015 ai suoi albori, andiamo a vedere come se la sta cavando il turismo di montagna nelle zone limitrofe a Torino.

“Anno nuovo vita nuova” si è soliti sentir dire, eppure ogni anno ci sono una serie di cliché nell’inverno dei torinesi che si ripetono e, uno fra questi, è la tradizione dei week end o delle settimane bianche in montagna.

Quest’anno tuttavia il clima non favorisce in modo particolare la pratica degli sport invernali, un po’ per la mancanza di grandi nevicate e un po’ perché le temperature hanno anche sfiorato i 12° nei primi giorni del 2015.

Le località più ambite e selezionate dal turismo invernale piemontese sono come sempre Bardonecchia, Sestriere, Claviere, Cesana e tutte quelle mete che costeggiano la popolare Via Lattea, il percorso sciistico per eccellenza della nostra Regione.

Turisti in montagna, come va quest’inverno?
Turisti in montagna, come va quest’inverno?

Gli amanti della montagna però non sembrano essersi fatti scoraggiare da “un po’ di sole” e in questi giorni si è potuto assistere ad una frequentazione delle località montane ben diversa da quella tradizionale di questo periodo.

I turisti, in mancanza di morbide nevicate e di tappeti naturali su cui sciare, frequentano le montagne per cimentarsi in lunghe passeggiate, per ammirare il panorama e respirare l’aria buona come se fossimo in estate.

Il freddo (che è relativo considerando le zone di cui stiamo parlando) non sembra spaventare i turisti montani, anche se le prenotazioni negli alberghi sono calate, se non disdette in alcuni casi e le piste sono sguarnite e senza le tradizionali file di sciatori pronti alla discesa.

A risentire di più di questo clima anomalo sono dunque indubbiamente le strutture sciistiche e i centri ricettivi di medio e lungo periodo.

Correlato:  Turismo, l'ondata degli sciatori provenienti dal Nord

C’è da augurarsi che le previsioni di grande freddo in arrivo siano veritiere e portino l’adeguato apporto di neve alle montagne piemontesi. Nel frattempo le passeggiate pseudo estive continuano e le montagne, per come possono, si reinventano.

 

Francesca Palumbo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here