Home Urbanistica La ricerca medica salverà l’ex Moi

La ricerca medica salverà l’ex Moi

2
SHARE
La ricerca medica salverà l’ex Moi Torino
La ricerca medica salverà l’ex Moi Torino

L’Università e il Politecnico di Torino fonderanno un nuovo centro di ricerca medica presso il Moi, struttura olimpica abbandonata da anni.

Classico esempio di gigantismo da mega eventi, nonché di gestione piuttosto approssimativa dell’eredità olimpica, il Moi da ben 8 anni è in cerca di una nuova destinazione d’uso, con i residenti della zona che lo osservano con diffidenza e fastidio in attesa che ritorni a produrre qualcosa di utile.

E forse, ad oggi, un risultato è stato raggiunto.

L’Università e il Politecnico hanno infatti deciso di trasformare questo centro olimpionico in un centro di ricerca biomedica all’avanguardia.

La ricerca medica salverà l’ex Moi Torino

 

La struttura, di circa 17.000 mq, costerà per il riadattamento circa 200.000€ ai due atenei torinesi, che confidano di reindirizzarne la destinazione d’uso nel giro di pochi anni.

Il Moi abbandonato diventerà insomma nel giro di poco tempo un centro di ricerca sulla meccanica, la meccatronica, le nanotecnologie e la medicina rigenerativa.

Là, dove il Comune e la società Parcolimpico delle Olimpiadi sembrano aver fallito, gli atenei correranno ai ripari.

Il bando per la riassegnazione del lotto (da anni in stato di stallo) è stato superato e sostituito direttamente da una convenzione con i due poli universitari.

Se è vero che la ricerca medica a lungo andare sarà in grado di salvare tutti, senz’altro in questo momento sembra promettere di salvare il Moi, degradata ma indimenticata eredità olimpica.

 

Francesca Palumbo

Commenti

Correlato:  Zona Westinghouse: via libera al progetto del Palavela bis

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here