Home Spor-to Juve, una settimana di ricordi

Juve, una settimana di ricordi

1
SHARE

Si apre l’ultimo rush per la Juve di Allegri, domani impegnata in trasferta a Cagliari e poi a Doha per la supercoppa Italiana.

Una settimana che potrebbe permettere al tecnico bianconero di chiudere l’anno con un sorriso, se si verificassero le seguenti condizioni: qualificazione in Champions League (ottenuta), primo posto in campionato (da preservare seppure eroso domenica al termine della doppia sfida fra Juve, Roma e le genovesi) e Supercoppa Italiana (da vincere).

D’altronde, il tecnico livornese lo ha detto: se avremo raggiunto i tre obiettivi potremo tirare le fila e dire che finora la stagione va per il verso giusto.

Intanto, in attesa del rompete le righe, è una settimana densa di ricordi quella che la Juventus sta vivendo.

Da un lato il sorteggio di Champions, due giorni fa, che ha messo sulla strada della Juve il Borussia Dortmund.

Una sfida che profuma di storia, in particolare degli anni ’90, quando le due formazioni arrivavano spesso alle battute finali delle competizioni europee. Coppa Uefa prima, Coppa dei Campioni poi, con la finale sciagurata del 1997.

Ma prima, spazio ancora per una celebrazione, di tutt’altro sapore. Allo Juventus Stadium domenica, prima della sfida contro la Samp, sono stati ricordati i due giovani bianconeri, Riccardo Neri e Alessio Ferramosca.

Era un giorno di dicembre, otto anni fa. faceva freddo, come adesso.

Allo stadio Comunale, dove la Juve stava giocando una partita di serie B, essendo la stagione post Calciopoli, si diffuse la notizia di una morte tragica, a Vinovo.

Notizia che poi prese connotati sempre più precisi. Ale e Ricky erano morti per annegamento e per congelamento in un laghetto di Vinovo, tentando di recuperare un pallone.

Correlato:  Bravo Toro: sei ai gironi di Europa League

Due giovani vite troncate, due promesse del calcio che rimarranno tali per sempre. E che tutto il popolo bianconero ricorda, da otto anni, con affetto e commozione.

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here