Home Cronaca di Torino Nonna Maria, la più “veneranda” vecchietta di Torino

Nonna Maria, la più “veneranda” vecchietta di Torino

3
SHARE
Nonna Maria, la più “veneranda” vecchietta di Torino
Nonna Maria, la più “veneranda” vecchietta di Torino

La donna più anziana di Torino, Maria Venerando, ha da poco compiuto la bellezza di 110 anni.

In una città come Torino in cui lo spazio alla gioventù è stato centrale in questi anni e in cui l’innovazione e la spinta verso il futuro e i giovanissimi è stata molto sentita, esistono ancora (per fortuna) numerosi anziani e persone meno giovani che possono dare tanto alla società e stupire. Questo è il caso di nonna Maria, la donna più anziana di Torino, che da pochi giorni ha compiuto 110 anni circondata dall’affetto dei suoi famigliari e della cittadinanza.

L’arzilla nonnina, residente da sempre in zona Borgo San Paolo, è vedova dagli anni ’60 del marito Virginio, eppure ha vissuto tutta la sua vita circondata dall’affetto dei propri cari, del figlio, dei nipoti e di tutti i suoi discendenti.

Lucida, simpatica e con un cognome che sembra stato concepito apposta per lei, nonna Maria ha attraversato tutto il secolo scorso con la sua vita ed è stata autosufficiente fino all’età di 104 anni.

La sua esistenza, che si può definire “secolare” rappresenta un vero e proprio patrimonio per la sua famiglia e per tutta la città di Torino, che grazie a lei può vantare di ospitare una persona con un’esperienza di vita estremamente lunga.

Nonna Maria, la più “veneranda” vecchietta di Torino

Di tutti i suoi anni di vita, nonna Maria ricorda in maniera particolarmente dettagliata gli anni dei due conflitti mondiali, di quando con i suoi cari doveva nascondersi dai bombardamenti e, facendo la casalinga a tempo pieno, portava avanti la sua casa, tanto da ispirare un intero capitolo su un’opera letteraria dedicata al quartiere.

Correlato:  Studyintorino.it, per una città sempre più universitaria

Ad oggi Maria Venerando sta bene di salute, è vigile e “si lamenta” delle continue attenzioni attraverso cui i suoi cari non le permettono di fare i lavori di casa cui da sempre è abituata.

Festeggiata con una torta enorme da amici, parenti e dal Comune di Torino, la nonnina ha ricevuto anche una lettera dal sindaco e gli omaggi e i rispetti della nostra città.

Di fronte alla richiesta di quale sia il suo segreto, il suo elisir di lunga vita, Maria risponde che sta tutto nelle sane abitudini alimentari, ossia nella capacità di mangiare un po’ di tutto in modeste quantità.

Augurandoci di arrivare tutti all’età di questa super nonna torinese, non possiamo che leggere la sua storia con ammirazione e reverenza.

 

Francesca Palumbo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here