Home Storia Il laghetto del Valentino, la prima vera pista di pattinaggio di Torino

Il laghetto del Valentino, la prima vera pista di pattinaggio di Torino

2667
SHARE
Il laghetto del Valentino, la prima vera pista di pattinaggio di Torino
Il laghetto del Valentino, la prima vera pista di pattinaggio di Torino

Al Parco del Valentino, dove oggi si trova un parcheggio per auto, in passato era stato creato un laghetto artificiale, adibito alle gite in barca in estate e alla patinoire aperta al pubblico in inverno. Dal 1873 al 1958 nel laghetto del Valentino ha avuto sede la prima patinoire di Torino.

Il progetto nacque negli anni Sessanta dell’800, in risposta alla moda sempre più diffusa e proveniente dal Canada di pattinare sul ghiaccio.

Il laghetto del Valentino, la prima vera pista di pattinaggio di Torino

 

Per dare ai torinesi l’opportunità di cimentarsi in questa divertente attività ludico-sportiva, proprio in quegli anni si decise di creare un apposito specchio d’acqua ghiacciata nel grande Parco del Valentino, conosciuto e apprezzato dai cittadini.

La storia del laghetto del Valentino

Tutto incominciò nel 1872, quando la Municipalità di Torino diede l’opportunità alla Società dei Pattinatori appena istituita di creare una patinoire artificiale su una superficie di circa 14.000 mq nell’area a sud del parco. La neonata pista sussisteva solo durante l’inverno ed era dotata di due locali esterni per accogliere i pattinatori e i loro oggetti.

Il laghetto del Valentino, la prima vera pista di pattinaggio di Torino

Perché si trasformasse in un lago tutto l’anno, i torinesi dovettero attendere il 1900, quando finalmente fu costruita una vasca d’acqua che avrebbe avuto la funzione di pista in inverno e di elemento decorativo durante le altre stagioni.

Nel mentre a Torino la Società dei Pattinatori era riuscita a interconnettersi con i responsabili dell’insegnamento dell’educazione fisica, dando agli studenti e ai soci dell’organizzazione stessa la possibilità di adoperare il laghetto per praticare gli sport invernali e estivi che richiedevano la presenza dell’acqua.

Nonostante la prima esibizione ufficiale presso il laghetto del Valentino sia avvenuta nel 1886, le gare significative e patrocinate dalla tutt’ora esistente International Skating Union ebbero inizio nel 1914, ottenendo anche un grande successo di pubblico.

Nel 1933 il destino della patinoire però cominciò a cambiare sensibilmente con la trasformazione dell’area in un campo per la corsa ad ostacoli su richiesta della Società Ippica Torinese. Lo smantellamento definitivo del laghetto avvenne poi solamente nel 1958, quando quella vasta area divenne uno dei parcheggi di Torino Esposizioni.

Il laghetto del Valentino, la prima vera pista di pattinaggio di Torino
Il laghetto del Valentino, la prima vera pista di pattinaggio di Torino

Il romantico progetto che ha animato gli ultimi decenni dell’800, ci ricorda quanto ai torinesi sia sempre piaciuto rispondere positivamente al richiamo del ghiaccio.

Le attuali strutture esistenti nei mesi invernali vantano una buona affluenza di pubblico e non possiamo non citare le piste all’aperto che ogni anno spuntano a Torino sotto le feste (come l’indimenticata patinoire di Piazza Solferino nel 2006, o quella di Piazza Carlo Alberto lo scorso anno).

La location del Valentino era sicuramente molto accattivante e il progetto complesso e imponente per l’epoca.

Chissà, forse un giorno, rivedremo un’altra pista di pattinaggio sul ghiaccio in uno dei nostri parchi preferiti.

 

Francesca Palumbo

(Siamo anche su Facebook, seguiteci per continuare a scoprire la “nostra Torino”)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here