Home Cronaca di Torino Emergenza freddo: oltre 400 posti letto

Emergenza freddo: oltre 400 posti letto

2
SHARE

Non fatevi ingannare dal termometro: siamo a dicembre, il freddo arriverà.

Allora arriva la decisione del Comune di potenziare per quattro mesi, da dicembre a fine marzo, gli interventi e i servizi di accoglienza per i senza dimora.

E’ stata approvata da Palazzo Civico il  “Piano emergenza freddo per l’inverno 2014-2015”: quasi 700 mila gli euro messi in campo per gli Homeless, per un progetto che coinvolgerà anche Servizi sociali, in stretta collaborazione con la Protezione civile e il Corpo di Polizia Municipale del Comune di Torino, insieme a Caritas, Croce Rossa, cooperative sociali, associazioni di volontariato e parrocchie.

Insomma, tutti gli attori del sociale torinese si mobilitano per venire incontro a chi un tetto non ce l’ha.

“Come ogni anno, quando le condizioni climatiche rendono più difficile la vita ed espongono a serio rischio la salute di chi non ha un luogo dove ripararsi, cerchiamo di assicurare al numero più alto possibile di persone – ha spiegato il vicesindaco Elide Tisi – un posto asciutto e riscaldato dove passare la notte e un luogo di ristoro che li accolgano anche nelle altre ore del giorno. Insieme alla grande rete costituita da onlus e associazioni di volontariato”.

Nel dettaglio saranno 170 i posti letto in moduli abitativi alla Pellerina, 150 posti in 4 strutture di accoglienza, 70 nelle Case di Ospitalità Notturna e nei Servizi abitativi della Città, 20 in abitazioni private.

E poi, sempre in inverno, le Case apriranno alle 19 e chiuderanno alle 9, aumentando quindi di due ore al giorno, e inoltre il Piano prevede il potenziamento della Boa Urbana Mobile (il servizio itinerante notturno di “assistenza” alle persone senza dimora) che sarà attiva tutti i giorni dalle ore 18,30 e fino alle ore 2.

Correlato:  Piemonte-Lombardia: un accordo per la crescita del turismo

Di giorno, invece, il Centro “La Sosta” di via Giolitti 40, gestito dalla Caritas diocesana in collaborazione con il Sermig e il Centro dell’Associazione Opportunanda in via Sant’Anselmo 28, anche nel corso dell’inverno, garantiranno i propri servizi di accoglienza dalle 14.30 alle 19.30, mentre un pasto per 80 persone ogni sera sarà reperibile nei circoli Arci, Rainbow di via San Domenico 6 e L’Anatra Zoppa di via Courmayeur 5.


La popolazione deve segnalare la presenza di persone senza dimora che, a causa di freddo e maltempo, si trovino in situazione di particolare criticità e abbiano bisogno di aiuto.

Come? Chiamando la Polizia Municipale al numero 011.0111 oppure scrivendo via mail all’indirizzo adulti@comune.torino.it

 

Redazione M24

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here