Home Cronaca di Torino La Fondazione Agnelli valuta i licei di Torino

La Fondazione Agnelli valuta i licei di Torino

15
SHARE
La Fondazione Agnelli valuta i licei di Torino
La Fondazione Agnelli valuta i licei di Torino

È stato lanciato lanciato uno studio sistematico per la valutazione delle scuole superiori, e in particolari dei licei e degli istituti tecnici.

Si avvicina gennaio.

Nuovo anno, nuovi impegni e, per tutti gli studenti della scuola secondaria di primo grado, il momento di affrontare una scelta importante: quella dell’indirizzo per la scuola superiore.

La scelta non è delle più semplici e le iniziative di orientamento proposte da enti e scuole spesso non fanno altro che confondere le idee, costringendo i ragazzi a prendere poi decisioni affrettate per rispettare la scadenza delle preiscrizioni di gennaio.

Acquista particolare significato quindi il progetto Eduscopio, messo a punto dalla Fondazione Agnelli sulla base di uno studio durato oltre tra anni in tutta la penisola.

La Fondazione Agnelli valuta i licei di Torino

Lo studio da’ una valutazione degli istituti di scuola superiore basandosi sui risultati degli ex allievi in campo accademico.

Vengono considerati parametri come il numero di immatricolati, di laureati e di studenti che passano il primo con successo il primo anno di università. Gli istituti tenuti in considerazione sono i licei e gli istituti tecnici, per un totale di quattromila scuole e 700mila studenti.

Gli istituti professionali, che hanno come obiettivo principale l’inserimento nel mondo del lavoro e non la prosecuzione degli studi, non sono stati presi in considerazione.

La Fondazione Agnelli valuta i licei di Torino

«Eduscopio è un portale che serve alle famiglie come ausilio alla scelta della scuola superiore dei propri figli – ha spiegato Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli – Selezionando l’indirizzo scolastico a cui si è interessati, il comune in cui si vive e definito il raggio, compaiono le scuole classificate sulla base di un indice che misura la performance di tutti gli studenti di quella scuola all’Università».

Correlato:  Scuole poco sicure in Italia: come se la cava il Piemonte?

Per quando riguarda Torino e provincia, risultati dello studio sono piuttosto chiari: il liceo migliore del torinese è il centralissimo Umberto I, che conquista un indice di 92,61.

Tra i linguistici vince il Gioberti di Via Sant’Ottavio, mentre il classici migliori risultano essere il Cavour e l’Alfieri. C’è però un dato importante.

Questi istituti vengono superati nella graduatoria generale da alcune scuole situate non a Torino, bensì in provincia. Il classico migliore è infatti il Monti di Chieri. Molto bene anche il Berti come liceo delle scienze umane e il Guarino Guarini come istituto geometri.

 

Giulia Ongaro

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here