Home Spor-to Torino capitale (dello sport), con tanto di bandiera

Torino capitale (dello sport), con tanto di bandiera

1
SHARE
Torino capitale (dello sport), con tanto di bandiera
Torino capitale (dello sport), con tanto di bandiera

Il sindaco Piero Fassino e l’assessore Stefano Gallo hanno ricevuto a Bruxelles la bandiera di capitale europea dello sport per la città di Torino.

Il capoluogo piemontese, molto caro ai suoi abitanti, negli ultimi anni ha compiuto passi da gigante verso la modernità, la deindustrializzazione e l’amore per lo sport. Dopo le celeberrime Olimpiadi invernali del 2006 infatti, Torino sembra aver intrapreso un’ascesa notevole verso lo sport e la rappresentanza del medesimo nel mondo.

Nel 2015, come ormai tutti sapranno, la nostra città sarà la capitale europea dello sport e, pochi giorni fa, il suo ruolo è stato ulteriormente ufficializzato dalla consegna della bandiera rappresentante tale posizione.

Il vessillo è stato consegnato a Bruxelles al sindaco Fassino e all’assessore Gallo direttamente dalle mani del presidente di ACES Europe, Gian Francesco Lupattelli, insieme con la speranza di portare Torino ancora una volta in trionfo nel mondo dello sport.

Torino capitale (dello sport), con tanto di bandiera

La nostra città, non eccessivamente grande ma adeguatamente smart, ha dimostrato negli anni di essere un ottimo centro rappresentativo dello sport.

La speranza che la bandiera appena “conquistata” porta con sé è quella di rendere Torino ancora più importante a livello internazionale nell’ambito dello sport.

L’anno che verrà, anche secondo quanto dichiarato dal sindaco alla fine della cerimonia, si profila come un periodo ricco di eventi, manifestazioni e iniziative legate allo sport internazionale, con conseguente acquisizione di prestigio, valore turistico e fama da parte della città.

Torino 2015 insomma rappresenta il naturale prosieguo di un’opera di sportivizzazione e crescita culturale che la città ha ormai intrapreso sin dai tempi dell’organizzazione delle Olimpiadi 2006.

Correlato:  All'asta le magliette dei giocatori della partita del Cuore, sempre per una buona causa

I contatti creati in questi anni, l’attenzione per le Federazioni e per la cultura del vivere in modo sano, sono gli ingredienti principali che renderanno questo 2015 in arrivo un anno speciale e di crescita a 360° per Torino.

L’arrivo della bandiera, “piccolo passo” facente parte della tradizione delle cerimonie di questo tipo, rappresenta un “grande passo” per Torino, sempre più sportiva e sempre più capitale agli occhi del mondo.

 

Francesca Palumbo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here