Home Arte La Pinacoteca Agnelli e Martino Gamper: il design is a state of...

La Pinacoteca Agnelli e Martino Gamper: il design is a state of mind.

2
SHARE
Torino La Pinacoteca Agnelli e Martino Gamper: il design is a state of mind.Torino
Torino La Pinacoteca Agnelli e Martino Gamper: il design is a state of mind.Torino

La Pinacoteca Agnelli, nota ormai per la sua continua attività di ricerca e per i percorsi didattici entrambi finalizzati allo studio e alla diffusione del tema del collezionismo d’arte, continua tale tradizione con una mostra –inaugurata a ottobre e aperta al pubblico fino al prossimo 22 febbraio 2015 – dal titolo “Martino Gamper: design is a state of mind”.

Sull’onda della tendenza – peraltro apprezzata dal grande pubblico – che vede il design come esempio di oggetti d’arte e non solo come modo per rendere più confortevoli e usabili le case moderne, la mostra, a cura del designer italiano Martino Gamper (Merano, 1971), presenta librerie e mobili, che raccontano la storia del design e il loro impatto sulle nostre vite, dagli anni ’30 ad oggi.

Variando dai classici della storia del design ai pezzi unici al design industriale, a quello funzionale fino a lavori commissionati, la mostra include oggetti di noti designer come Franco Albini, Ercol, Charlotte Perriand, Gaetano Pesce, Giò Ponti, Ettore Sottsass disposti vicino a IKEA e Dexion.

Torino La Pinacoteca Agnelli e Martino Gamper: il design is a state of mind.

Arte, design e cultura pop in un’unica esposizione che rende protagonisti oggetti di uso comune che per il loro valore storico sulle vite di tutti noi, diventano a tutti gli effetti degni di essere messi in “vetrina”.

L’allestimento è già una dimostrazione di quello che è il pensiero di Martino Gamper ed è esempio dell’anima stessa del collezionismo. Come dice lo stesso designer e collezionista, con le sue parole – che ci bastano.

“Non c’è un design perfetto e non c’è un über-design. Gli oggetti ci parlano. Alcuni possono essere più funzionali di altri, ma l’attaccamento emotivo è soggettivo. La mostra svela un modo intimo di collezionare e mettere insieme oggetti – sono pezzi che raccontano una favola.” – Martino Gamper.

Correlato:  Quando Torino scopre il Design: “una passione per Jean Prouvé.Dal Mobile alla Casa.La Collezione di Laurence e Patrick Seguin”.

La mostra, la scorsa primavera, è già stata allestita alla Serpentine Sackler Gallery di Londra e sarà poi ospitata al Museion di Bolzano (12 giugno al 13 settembre 2015) dove Martino Gamper nel 2011 ha ideato lo spazio di Passage.

Questo percorso itinerante testimonia l’internazionalità del progetto, della celebrità e dell’interesse delle opere di design e soprattutto il continuo lavoro della Pinacoteca stessa di aprirsi al mondo e di conseguenza cercare di essere solo uno scrigno architettonico che cerca di schiudersi il più possibile al mondo.

Torino La Pinacoteca Agnelli e Martino Gamper: il design is a state of mind.Torino

Martino Gamper: design is a state of mind

22 ottobre 2014 – 22 febbraio 2015 in collaborazione con: Serpentine galleries e Museion

presso la Pinacoteca Agnelli  via Nizza 230/103 – Torino

Per informazioni sulla Pinacoteca Agnelli è possibile consultare il sito oppure la pagina dedicata alla mostra.

 

 

Giulia Copersito

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here