Home Cronaca di Torino Papa Bergoglio, una notte a Torino il prossimo giugno

Papa Bergoglio, una notte a Torino il prossimo giugno

1
SHARE
Papa Bergoglio, una notte a Torino il prossimo giugno

Papa Francesco onorerà Torino della sua presenza anche lunedì 22 giugno 2015, per poter passare qualche ora con i parenti piemontesi dopo aver reso omaggio alla Sacra Sindone.

Il Pontefice Jorge Mario Bergoglio, in vista dell’Ostensione della Sindone il prossimo anno, aveva programmato di passare per Torino domenica 21 giugno per rendere omaggio al Sacro Lenzuolo e tornare poi subito a Roma.

Eppure è notizia fresca di questi giorni che il Santo Padre passerà una notte in più a Torino, quella tra domenica 21 e lunedì 22 giugno, con lo scopo di incontrare i suoi parenti piemontesi che non vedeva da almeno due anni.

Tale incontro, ormai organizzato e confermato, si svolgerà in forma strettamente privata, con circa trenta persone appartenenti alla famiglia del Papa che si vedranno per celebrare una messa e per pranzare insieme. Con tutta probabilità il Pontefice pernotterà nella sede dell’Arcivescovado di Torino.

2015: Papa Francesco festeggia Don Bosco

La scelta di Papa Francesco di mutare il proprio calendario d’impegni per passare del tempo con i parenti piemontesi, è un progetto che egli desiderava realizzare sin dalla sua elezione, in occasione della quale i numerosi nuovi impegni non gli avevano lasciato abbastanza tempo.

Questo fatto, che rende Torino orgogliosa per l’opportunità di ospitare il Pontefice un giorno in più, si può considerare perfettamente in linea con il comportamento tenuto da Papa Bergoglio sin dall’inizio del suo mandato.

Egli infatti ha sempre dimostrato di apprezzare iniziative solidali, vicine alle persone e generose, anche a dispetto degli oneri e degli impegni imposti dal suo ruolo. In questo caso il calendario legato all’ostensione non subirà alcuna variazione e nei prossimi mesi verrà reso noto, tuttavia è significativa la scelta di un Papa che decide di dare spazio alla propria famiglia intervenendo direttamente sui suoi spostamenti ufficiali.

Correlato:  13 Aprile 1980: dopo 171 anni un Papa,torna a Torino

Torino non può che essere orgogliosa di fare parte della Regione italiana d’origine di un Papa così particolare, che ha segnato e sta segnando un cambio d’epoca su tutti i fronti per la Chiesa Cattolica.

Forse in futuro Papa Francesco si fermerà un po’ di più a Torino e non solo per incontrare i suoi famigliari dell’astigiano; per allora la nostra città sarà lieta di accoglierlo, nel frattempo si prepara all’ostensione e alla sua visita leggermente prolungata.

 

Francesca Palumbo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here