Home Cronaca di Torino Sciopero Gtt, si ricomincia?

Sciopero Gtt, si ricomincia?

2
SHARE
Sciopero Gtt, si ricomincia?
Sciopero Gtt, si ricomincia?

Per oggi, venerdì 14 novembre è previsto uno sciopero per 4 ore dei mezzi pubblici Gtt indetto dall’organizzazione sindacale USB Lavoro Privato.

Il blocco delle vetture, previsto dalle 18.00 alle 22.00, s’inserisce nel contesto di un più ampio sciopero nazionale e interesserà tutti i mezzi delle tratte urbana, sub urbana, metropolitana e delle aree limitrofe a Torino.

I lavoratori Gtt, insieme con quelli dei trasporti pubblici di altre città italiane sciopereranno per difendere i propri diritti sul lavoro nell’ambito dei salari, della sicurezza e contro i tagli e le privatizzazioni.

Sciopero Gtt, si ricomincia?
Sciopero Gtt, si ricomincia?

Rispetto agli scioperi cui siamo tristemente abituati e rassegnati, questo sciopero può essere considerato più blando, in quanto occupa solamente 4 ore nell’arco della giornata e dovrebbe per questo creare meno disagi. Eppure, nonostante ciò, i torinesi hanno nuovamente aperto una polemica sui principali social network sulla disfunzionalità dei servizi Gtt.

La domanda che serpeggia prepotente su facebook infatti è: “sciopero? Quindi si ricomincia?”.

I torinesi infatti, sfiduciati dagli ultimi anni in cui in determinati periodi (specialmente quello autunno-inverno) gli scioperi avvenivano ogni 15-20 giorni, sembrano aver nuovamente interrotto la tregua dai commenti acidi difficoltosamente ottenuta durante gli ultimi mesi esenti da scioperi.

Sulla pagina facebook di Gtt infatti, da sempre ottimo specchio delle opinioni dei passeggeri, alla notizia di questo sciopero le reazioni sono state piuttosto seccate, rancorose e rabbiose anche nei confronti di tutte le altre attività e innovazioni proposte dal Gruppo Torinese Trasporti. Quello che gli utenti fanno capire attraverso i loro commenti è sostanzialmente che la Gtt ha alzato i prezzi, depauperato il servizio e investito in innovazioni non richieste e poco funzionali anziché migliorare quanto già possedeva: a tutto questo si aggiunge lo sciopero.

 

Sciopero Gtt, si ricomincia?
Sciopero Gtt, si ricomincia?

Al di là delle opinioni degli utenti di facebook, che peraltro sono presenti sotto quasi tutte le news online inerenti alla Gtt, ciò che appare evidente è che il rapporto tra Torino e il suo trasporto pubblico sta attraversando un periodo di crisi. Se fino a pochi anni fa infatti gli scioperi venivano difesi da una consistente parte dei cittadini per le giuste ragioni che portavano avanti, adesso vengono condannati quasi da tutti quelli che si esprimono sul web, sempre più convinti che non sia una casualità che tali interruzioni del servizio avvengano puntualmente vicino a un fine settimana o a una festività (in questo caso di venerdì).

Si teme insomma che questo sia solo il primo sciopero della “collezione 2014-2015” Gtt, ossia l’evento che spianerà la strada all’ormai conosciuto e detestato comportamento che quasi bisettimanalmente lascia a piedi i torinesi paganti.

Indubbiamente, è il caso di precisarlo, i lavoratori hanno le loro ragioni e fanno bene a difenderle, ma ancora una volta le organizzazioni preposte sembrano non tenere conto delle necessità di altre migliaia di lavoratori, pendolari e non, che oggi avranno considerevoli disagi pur essendo disposti a pagare (o addirittura avendo già pagato) il servizio di trasporto.

Sciopero Gtt, si ricomincia?
Sciopero Gtt, si ricomincia?

 

Nella speranza che lo sciopero sia davvero utile ai lavoratori che aderiranno, alla Gtt i torinesi stanno segnalando molto chiaramente il loro malcontento. C’è da sperare che non sia iniziata davvero la “stagione degli scioperi” e che il rapporto Gtt-cittadinanza possa risanarsi quantoprima.

 

Francesca Palumbo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here