Home Cronaca di Torino Caselle, aeroporto all inclusive: car sharing incluso

Caselle, aeroporto all inclusive: car sharing incluso

11
SHARE

Avevamo parlato qualche giorno fa di un Aeroporto, quello di Caselle, che intende proporre sempre più servizi, fra cui un servizio di sauna e centro benessere.

Se quella novità vi sembrava frivola, ora leggete questa: il car sharing torinese atterra direttamente nello scalo torinese. “E’ un collegamento importante che si aggiunge ai servizi più tradizionali di spostamento da e per l’Aeroporto di Torino” le prole dell’Assessore ai Trasporti della Città di Torino, Claudio Lubatti.

“Con i nuovi parcheggi del Car Sharing a Caselle, sarà possibile garantire una nuova modalità di spostamento a chi arriva o deve recarsi  in aeroporto. E’ un passo significativo nella direzione di una mobilità sempre più integrata e sostenibile, anche a livello di area metropolitana”.

“Abbiamo voluto avviare questo nuovo servizio perché crediamo rappresenti una risposta importante alle esigenze di spostamento dei nostri utenti”, fa eco Monica Schiraldi di CarCityClub, “il tutto a coronamento di un anno ricco di novità, nel quale abbiamo promosso un’offerta di servizi unica nel suo genere in Italia”.

Ma vediamo nel dettaglio che cosa si propone: sul sito di Car Sharing Torino si inseriscono i propri dati e si fa richiesta di un tesserino, con la quale si può prenotare l’automobile più vicina a noi.

Occorre precisare, ovviamente, periodo di utilizzo del mezzo (partenza e arrivo).

Da adesso, la partenza e l’arrivo saranno anche possibili all’aeroporto di Torino. Traduciamo: non sarà più necessario scegliere fra attendere un treno, farsi accompagnare o pagarsi un taxi, ma prenotando, magari prima di prendere il volo per Torino, si può avere la propria macchina a noleggio direttamente in loco.

Crisi: Caselle non resta a terra

 

Per ora il servizio è definito di “sola andata”, nel senso che si può utilizzare il servizio di car sharing per muoversi da o vero l’aeroporto, ma l’obiettivo è implementare nel 2015 un modello che lo stesso Lubatti definisce “Open”: “Vogliamo arrivare a permettere di prendere l’auto in qualsiasi punto della città e lasciarla in qualsiasi punto della città”.

Torino Car sharing: 400 nuove vetture entro marzo 2015

I costi sono quelli normali del car sharing, che ricordiamo permette anche libero accesso a ztl, senza pagamenti di pedaggio nelle zone blu. 19 euro (una tantum) per la tessera, poi il costo si calcola con una somma di quota oraria, chilometrica e di carburante. L’abbonamento annuale parte invece da 59 euro.

Redazione M24

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here