Home Storia Piemonte: 20 anni fa l’Alluvione

Piemonte: 20 anni fa l’Alluvione

2
SHARE

In una settimana in cui mezza Italia è sotto l’acqua, con una ferita ancora molto fresca, quella legata all’ennesimo disastro a Genova, il Piemonte ricorda il tragico evento che lo flagellò esattamente 20 anni fa.

Un sabato e una domenica di piogge disastrose mise in ginocchio una intera regione, provocando una settantina di vittime, città allagate, e distruzione a ferrovie, strade e ponti, case, aziende.

Mercoledì scorso al Teatro Carignano di Torino, si è svolta una giornata di ricordo con il presidente della Regione, Sergio Chiamparino.


Esattamente come oggi, quel dramma fu provocato da un caldo ottobre. Ma la situazione, quantomeno in Piemonte, è cambiata dal 1994: la prevenzione è cresciuta, e la Protezione Civile piemontese è all’avanguardia.

Vent’anni fa furono sommerse finirono Alessandria, sommersa dall’esondazione del Tanaro – le vittime furono 11 – Asti, Canelli, Nizza Monferrato, Ceva, Cortemilia, il Canavese

All’epoca molto attiva nei soccorsi fu Anpas, che è stata premiata da Chiamparino per aver partecipato, insieme alle altre componenti del sistema piemontese di Protezione Civile, alle operazioni di soccorso e di assistenza alla popolazione. A ritirare la targa Luciano Dematteis, consigliere Anpas Piemonte.

«Oggi, rispetto al 1994, – spiega Luciano Dematteis a conferma di quanto detto sopra– esiste una Protezione Civile organizzata e coordinata dove la forza operativa è data del volontariato. Un tempo c’era ancora la leva obbligatoria e gli interventi erano svolti per lo più dai militari. La fine dell’obbligo militare e la nuova normativa sulla Protezione Civile hanno reso il volontariato l’asse portante in questo settore, come dimostrano i numerosi interventi effettuati negli ultimi 20 anni. Sempre di più il volontariato Anpas è diventato parte essenziale del sistema di protezione civile con un ruolo attivo anche nella diffusione della cultura della previsione e prevenzione».

Alla cerimonia per il 20° Anniversario dell’alluvione in Piemonte, condotta da Orlando Perera, erano presenti, tra gli altri, Alberto Valmaggia, assessore regionale alla Protezione civile, Vincenzo Coccolo, responsabile del Settore Geologico della Regione Piemonte, Maurizio Marello, sindaco di Alba, Roberto Bertone, coordinatore del volontariato regionale di Protezione civile, e Stefano Bovo, responsabile del settore Protezione civile e Sistema Antincendi boschivi della Regione

Correlato:  C'era una volta Torino Capitale d'Italia

Redazione M24

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here