Home Arte Novembre, il mese con la M maiuscola: a Torino va in scena...

Novembre, il mese con la M maiuscola: a Torino va in scena la cultura contemporanea.

7
SHARE

È iniziato novembre e come ben sappiamo questo mese non è uno come tanti altri che trascorrono senza grandi scossoni. Novembre è il Mese – con la M maiuscola – della cultura a Torino.

Iniziando dalla tradizionale accensione delle luci d’artista – che per la cronaca a Torino, non sono le luci di Natale – passando per il week end dell’arte contemporanea che stiamo per iniziare fino ad arrivare al TFF (Torino Film Festival) che si svolge a fine mese. Un mese nel quale si concentrano molti eventi, fiere e mostre che fanno di Torino la capitale dell’arte contemporanea, per un week end, ogni anno.

Artissima 2013 Torino

Quindi come di consueto ecco che Artissima raccoglie moltissimi esperti e collezionisti d’arte all’Oval Lingotto per ammirare ed eventualmente “comprare” il meglio dell’arte e degli artisti contemporanei promossi dalle gallerie più famose, attive e consolidate al mondo.

Per tutti gli altri, c’è Paratissima che nonostante le polemiche sulla nuova location – e per dirla tutta anche sulla qualità dell’offerta artistica – è stata allestita a Torino Esposizioni e accoglierà visitatori più o meno interessati all’arte e forse di più all’evento in sé.

Altra interessante esposizione che viene allestita ormai da qualche anno alle ex carceri di Torino è The Others, una sorta di “Artissima junior” ovvero un’esposizione di artisti promossi da gallerie di recente apertura. Una location bizzarra, per un’esposizione bizzarra ma che merita di essere visitata almeno una volta.

Ma fortunatamente Torino ci sta abituando a un’offerta culturale ampia e sempre variegata. Per chi ama i luoghi classici del centro e i classici musei ovviamente c’è solo l’imbarazzo della scelta.

C’è la mostra di fotografia “Women of vision. Le grandi fotografie di National Geographic”, nata da una partnership tra Fondazione Torino Musei e National Geographic, e che rappresenta la terza mostra al femminile che viene allestita a Palazzo Madama. È possibile visitarla, presso la Corte medievale di Palazzo Madama, fino al prossimo 11 gennaio 2015.

Metti una colazione a Palazzo Madama con Juvarra

C’è la mostra dei disegni di Leonardo da Vinci alla Biblioteca Reale in cui sono esposti 80 disegni del maestro del Rinascimento italiano. In mostra fino al prossimo 15 gennaio 2015.

Continua poi, a Palazzo Chiablese, la mostra che vuole celebrare l’avanguardia russa. Per la prima volta in Italia viene esposto agli occhi del pubblico il nucleo fondamentale della collezione di George Costakis (1913-1970), l`uomo che nella Mosca degli anni immediatamente seguenti la Seconda Guerra Mondiale, sfidando i divieti e gli ostracismi del regime stalinista, decise di raccogliere testimonianze dell`arte sperimentale russa d`inizio secolo, salvando dalla distruzione e dall`oblio questa componente vitale della cultura del Novecento. Le opere provengono dal Museo di Arte Contemporanea di Salonicco. Rimangono a Torino, a Palazzo Chiablese, fino al prossimo 15 febbraio 2015.

E poi c’è la Reggia di Venaria che oltre alla già avviata esposizione del Bucintoro e la mostra fotografica “A occhi aperti”, ora arricchisce la sua offerta culturale per il periodo invernale con le quattro allegorie ritrovate di Paolo Veronese e armature dei guerrieri d’Oriente e Occidente grazie all’esposizione Cavalieri, mamelucchi e samurai. Entrambe sono visitabili fino al prossimo 8 febbraio 2015.

Venaria, due milioni per la Venere

Insomma, come sempre nel periodo invernale e a novembre in particolare, Torino si trasforma in un polo di attrazione culturale senza grandi eguali in Italia.

Mostre, esposizioni ed eventi che interessano il pubblico più vasto: dalla pittura al disegno, dalle armature alla fotografia, dalle installazioni alle gallerie d’arte che si riuniscono. Alle luci d’artista.

Il tutto crea un clima tale che dovrebbe essere quasi impossibile non trovare qualcosa che possa interessare. Basta solo uscire.

Giulia Copersito

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here