Home Ambiente Cartoniadi, le Olimpiadi del riciclo a Torino

Cartoniadi, le Olimpiadi del riciclo a Torino

0
SHARE

Carta, cartone e la medaglia d’oro del riciclo. Queste sono le Cartoniadi, che prenderanno il via il 1 novembre.

Si può contribuire direttamente da casa, ma l’idea alla base del progetto è mettere in campo un gioco di squadra e di rete, per riciclare quanta più carta e cartone possibile.

Il concorso è ideato da COMIECO – Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, in collaborazione con la Città di Torino, Amiat, Arcobaleno cooperativa sociale e Eco dalle Città, con il contributo di Ator e Tetrapak.

Come funziona, nel dettaglio, la gara? Saranno impegnati tutti i 23 quartieri della città. Durante il mese di novembre l’impegno sarà quello di riciclare il più possibile carta e cartone, anche perchè i premi in ballo non sono da poco.

I quartieri torinesi che avranno raggiunto i risultati migliori, infatti, vinceranno rispettivamente, dal primo al terzo, 10 mila, 7 mila e 5 mila euro, da destinare alle scuole del territorio. Premi che sono messi a disposizione da Comieco e Amiat.

“Uno dei principali obiettivi da Assessore all’ambiente – ha commentato Enzo La Volta – è quello di sensibilizzare i cittadini torinesi sulle tematiche ambientali, in particolare sulla raccolta differenziata, e di dare loro la possibilità di intervenire con azioni concrete. Le Cartoniadi ci aiutano a valorizzare l’impegno della collettività verso un obiettivo comune: quello di una corretta gestione dei rifiuti”.

Ma non si tratta di un evento a spot: infatti da novembre in poi verrà costantemente monitorato l’andamento della raccolta differenziata di carta e cartone nelle zone comunali in gara, fino al prossimo febbraio.

E chi continuerà a riciclare come si deve avrà a disposizione un ulteriore premio di 5 mila euro (destinato solo a chi avrà incrementato del 5% la raccolta, in caso di più quartieri si terrà conto di quello che ha la percentuale migliore)

Correlato:  Torino: benvenuto termovalorizzatore del Gerbido?

“I bambini e i ragazzi delle scuole elementari e medie della città – ha sottolineato Mariagrazia Pellerino, Assessore alle Politiche educative della Città di Torino – avranno l’occasione di partecipare attivamente alla riuscita dell’iniziativa coinvolgendo i loro genitori e tutti i cittadini in un’importante sfida per la salvaguardia dell’ambiente, un tema di grande valenza educativa e sociale”.

 

Redazione M24 (Fonte: Torinoclick)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here