Home Cronaca di Torino Una corsa per accendere le Luci d’Artista

Una corsa per accendere le Luci d’Artista

73
SHARE
Una corsa per accendere le Luci d’Artista di Torino
Una corsa per accendere le Luci d’Artista di Torino
Tempo di lettura: 2 minuti

Da 17 a 18 installazioni luminose. Nonostante la riduzione di circa un 10% del budget a propria disposizione rispetto l’anno scorso, sceso a circa 700 mila euro, quest’anno “Luci d’Artista”, la rassegna giunta alla sua 17° edizione, aumenta il numero di opere esposte per la città.

Le opere supplementari sono illuminazioni che erano state già allestite negli anni precedenti, ma che da diverso tempo erano custodite nei depositi comunali.

L’impossibilità di nuovi investimenti diventa così l’occasione per riscoprire vecchie opere che solo per una questione di spazio e non di bellezza erano state accantonate da parte dell’amministrazione comunale.

L’installazione “Regno dei Fiori: nido cosmico di tutte le anime” di Nicola De Maria che anni addietro illuminava piazza Castello tornerà in piazza Carignano, mentre di fronte a Palazzo Civico, dove adesso vi è “Tappeto volante di Buren” arriverà l’orologio luminoso «My noon» del tedesco Tobias Rehberger che prima  si trovava in piazza Castello

Quest’opera resterà per un anno davanti al Comune per ricordare il sodalizio che per tutto il 2015 legherà la città di Torino con la Germania

Sabato 1° novembre, poi, 16 opere della rassegna saranno accese tramite una corsa a piedi non agonistica di  sei chilometri : (per partecipare bisogna iscriversi al sito http://www.mysdam.net/store/data-entry_30515.do oppure registrarsi il pomeriggio stesso in piazza Carlo Felice e tutti i partecipanti dovranno essere muniti di una luce ) le installazioni, infatti, verranno accese in concomitanza col passaggio degli atleti .

Correlato:  Un campus medico gratuito per controllare la salute dei cittadini

La Maratona accenderà le Luci d’Artista  di Torino

Questo il percorso che partirà alle ore 18.00 (l’incontro peri partecipanti è alle ore 17.15 in piazza Carlo Felice nello slargo davanti ai Giardini Sambuj) dalla corsia laterale  di piazza Carlo Felice:

  • piazza Carlo Felice (Luigi Nervo/ Vento solare facciata Stazione Porta Nuova)
  • via Roma (Carmelo Giammello/Planetario)
  • piazza Carignano (Nicola DeMaria/Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime)
  • via Lagrange (Luigi Stoisa/Noi),
  • via Carlo Alberto (Luigi Mainolfi/ Luì e l’arte di andare nel bosco)
  • piazza Carlo Alberto (Alfredo Jaar/Cultura=Capitale)
  • via Po (Enrica Borghi/Palle di neve)
  • piazza Vittorio (Rebecca Horn/Piccoli Spiriti Blu Monte dei Cappuccini)
  • via Montebello (Mario Merz/Il volo dei numeri Mole Antonelliana)
  • Galleria Umberto I (Marco Gastini/L’energia che unisce si espande nel blu)
  • Porta Palazzo (Michelangelo Pistoletto/Amare le differenze)
  • via Milano, piazza Palazzo di Città (Tobias Rehberger/My noon)
  • via San Francesco d’Assisi (Vasco Are/Vele di Natale),
  • via Pietro Micca e via Cernaia(Francesco Casorati/Volo su…)
  • via Garibaldi  e piazza Castello(Giulio Paolini)

 

La Redazione di Mole24

 



Commenti

SHARE