Home Cronaca di Torino Altitudine a Torino, una media ponderata tra tre diversi luoghi

Altitudine a Torino, una media ponderata tra tre diversi luoghi

1986
SHARE
Altitudine a Torino, una media ponderata tra tre diversi luoghi
Altitudine a Torino, una media ponderata tra tre diversi luoghi

La città di Torino, notoriamente “ai piedi dei monti” ha un’altitudine media di 245 mt sul livello del mare.

Tale risultato deriva dal calcolo della media ponderata sull’altezza di tre diversi luoghi della città: corso Casale (217 mt), piazza Castello (239 mt) e corso Francia (281 mt).

Queste tre zone centrali e conosciute da tutti i torinesi vengono perlopiù considerate allo stesso livello dagli abitanti che, in macchina, con i mezzi o a piedi hanno sempre la sensazione di muoversi allo stesso livello.

Eppure Torino, a differenza di altre città italiane come ad esempio la vicinissima Milano (121 mt) ha un’altitudine media che varia in base alla zona di riferimento.

Altitudine a Torino, una media ponderata tra tre diversi luoghi

In Piemonte si parte dai 2.035 mt di Sestriere (peraltro comune più in alto in tutta la classifica italiana) per finire ai 76 mt di Molino dei Torti nell’alessandrino; ad esempio nell’area di Verbania si toccano i 693 mt, nel novarese i 172 mt e nel biellese i 420 mt.

Ognuna delle province citate ha un’altitudine uguale su tutta l’area cittadina, mentre Torino necessita di un calcolo ponderato per stabilire l’effettiva altitudine.

A fronte dei 337 mt sul livello del mare mediamente stimati per tutta la penisola italiana Torino, se la si cerca sul web, viene classificata a poco più di 230 mt sul livello del mare.

In realtà la nostra città, oltre ad avere numerose particolarità turistiche, geografiche e culturali, può vantare anche un’altitudine che varia sensibilmente in diverse zone del centro abitato.

La media pressoché esatta di 245 mt che ne deriva, è il frutto del paragone tra tre punti strategici importanti e conosciuti da tutti i torinesi e dai turisti.

Correlato:  Torino Spiritualità 2012

Torino insomma, sorprende sempre, anche quando si parla di geografia.

 

Francesca Palumbo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here