Home Cronaca di Torino Bujar e l’imprenditoria multietnica: Torino finisce sulla tv albanese

Bujar e l’imprenditoria multietnica: Torino finisce sulla tv albanese

153
SHARE
Bujar e l'imprenditoria multietnica: Torino finisce sulla tv albanese
Bujar e l'imprenditoria multietnica: Torino finisce sulla tv albanese
Tempo di lettura: 2 minuti

Si chiama Bujar Gjana, è un ristoratore e gestisce a Moncalieri una azienda di catering di successo.

Nulla di strano.

E nulla di strano ci deve essere nella seconda notizia di questo articolo: Bujar è albanese, in Italia da 25 anni. Un esempio di quello che dovrebbe accadere sempre più spesso: imprenditoria straniera in una città multietnica.

Bujar, per tutti Gianni, gestisce anche i bar degli istituti scolastici ”Avogadro” di Torino e “Pininfarina” a Moncalieri, insieme a moglie e figli.

Non ci dovrebbe essere nulla di strano, ma così non è, dato che l’imprenditore è stato intervistato dalla televisione albanese Kukes, insieme al vicesindaco elide Tisi.

Bujar e l'imprenditoria multietnica: Torino finisce sulla tv albanese
Interviste che fanno parte di un “pezzo” sulla comunità albanese a Torino. “Il sistema scolastico può aiutare i giovani a
integrarsi nelle realtà dell’Europa occidentale – ha spiegato alla troupe il Vicesindaco – Poichè attraverso la formazione
scolastica si possono aiutare i giovani e credere in loro stessi e questo è uno dei primi doveri della politica nazionale e locale”

Attualmente il 16% della popolazione torinese è oggi composta da stranieri. La prima comunità è quella rumena, mentre quella albanese è al quinto posto con più di 11mila persone. Gli albanesi sono arrivati in Italia nei decenni scorsi e a Torino, alcuni di loro, si sono integrati bene e hanno contribuito allo sviluppo della nostra città.

Correlato:  Un altro prestigioso riconoscimento internazionale per il trasformista torinese Arturo Brachetti

Bujar e l'imprenditoria multietnica: Torino finisce sulla tv albanese

“Credo che i primi anni siano stati per loro molto duri – ha aggiunto Tisi – Ma oggi la comunità albanese è molto forte e
rappresenta una risorsa economica e una fonte culturale importante  per Torino”.

 

Redazione M24 (dati e dichiarazioni Torinoclick – foto dalla pagina Facebook di Bujar Gjana)



Commenti

SHARE