Home Eventi Nuit Royale II: un ballo in maschera senza tempo

Nuit Royale II: un ballo in maschera senza tempo

294
SHARE
Nuit Royale II: un ballo in maschera senza tempo Venaria Torino
Nuit Royale II: un ballo in maschera senza tempo Venaria Torino
Tempo di lettura: 2 minuti

Fino a poco tempo fa partecipare ad un ballo in maschera in stile settecentesco era possibile solo ai pochi fortunati che potevano permettersi un weekend esclusivo a Venezia durante il leggendario Carnevale oppure a chi riceveva un invito per qualche grandiosa ed eccentrica festa privata.

Anche i torinesi, però,hanno dimostrato di accogliere con entusiasmo questo tipo di eventi e di apprezzare l’essere catapultati in un’altra epoca almeno per una sera: lo ha decretato il successo avuto l’anno scorso dalla Nuit Royale, ballo in costume organizzato da Toga Party People e 10xPrince nella suggestiva location della Venaria Reale, giunto quest’anno alla sua seconda edizione.

La Reggia costituisce una cornice perfetta per l’evento del 4 ottobre, con cui si realizzano i sogni ad occhi aperti delle bambine che in occasione di una delle tante gite scolastiche si sono trovate a percorrere la Galleria Grande immaginando lussuosi balli, vestiti da sogno, atmosfere regali.

Nuit Royale II: un ballo in maschera senza tempo

 

Questo sabato tutto potrà diventare realtà e per una volta si potranno calpestare i pavimenti della Reggia non armati di sneakers e audio-guida, ma abbigliati come invitati ad una festa principesca.

È imperativo rispettare il dress-code e i partecipanti si devono impegnare a non interferire con l’atmosfera dell’evento procurandosi dei costumi adatti al tema: per lei sì a duchesse, principesse, cortigiane; per lui si può spaziare tra re, conti, dignitari, cardinali e moschettieri.

Correlato:  Le Musichall, a Torino Arturo Brachetti apre il nuovo teatro “delle varietà”

Ovviamente il tutto può essere interpretato secondo la propria fantasia e il gusto personali: le ragazze possono sbizzarrirsi a creare architettoniche acconciature alla Marie Antoinette, gli uomini possono procurarsi cappelli piumati e lunghi mantelli. Dato che ballo settecentesco dev’essere, perché allora non pensare alla possibilità di indossare una bella maschera, per aggiungere un po’ di mistero ed eleganza.

Nuit Royale II: un ballo in maschera senza tempo  Venaria Torino

Certo, molti si porranno il problema del costume. In quanto presenza femminile della Redazione di Mole 24 all’evento, in effetti ho sperimentato che la ricerca low budget non è stata facile.

Gli organizzatori hanno dato sul sito alcune indicazioni in merito a negozi e sartorie teatrali a cui rivolgersi, anche solo per l’affitto degli abiti, ma nonostante molti costumi fossero assolutamente fantastici, a volte bisogna (ahimè) fare i conti anche col budget.

Il mio consiglio numero 1 è quindi attaccarsi al telefono e sfruttare la propria rete di conoscenze: un’amica o una cugina potrebbe avere un vecchio abito da sera (o perché no, un abito da sposa, se ha una bella gonna ampia) a cui basta aggiungere una sottogonna per avere l’effetto desiderato e fare comunque un figurone. Ammetto di non essermi curata molto della reperibilità dei costumi maschili low budget, magari affronteremo la questione per la terza edizione.

Il consiglio numero 2 è “fantasia con gli accessori”, in genere costano poco e fanno la differenza: coroncine, fiori, nastri, perle, maschere, cappelli e chi più ne ha più ne metta.

Correlato:  A Torino, musica a volontà in estate: appuntamenti e festival

Per chi volesse cimentarsi con un’organizzazione lampo, ci sono ancora dei biglietti disponibili per l’ingresso normale o, per chi non ha problemi a spendere un po’ di più, per l’ingresso con aperitivo.

Nuit Royale II: un ballo in maschera senza tempo  Venaria Torino

 

Richiederà un po’ più di preparativi di un normale sabato sera, ma sono convinta che ne valga la pena.

Lunedì scopriremo come è andata!

 

a cura di Erika Guerra



Commenti

SHARE