Home Cronaca di Torino Dal ToBike al Bike Pride, Torino sempre più su due ruote

Dal ToBike al Bike Pride, Torino sempre più su due ruote

10
SHARE
Dal ToBike al Bike Pride, Torino sempre più su due ruote
Dal ToBike al Bike Pride, Torino sempre più su due ruote

Domenica 21 settembre la città di Torino ospiterà l’edizione 2014 del Bike Pride, il più importante evento su due ruote d’Italia, presso il Parco del Valentino.

L’evento del Bike Pride s’inserirà nel più ampio contesto del miglioramento della qualità dei trasporti nel rispetto dell’ambiente, ricollegandosi al Biciplan, il piano europeo di sostenibilità a pedali che da anni Torino sta portando avanti.

In concomitanza con il Bike Pride questa domenica, ci sarà la Settimana Europea della Mobilità, per la promozione di una città smart e a misura d’uomo.

Dal ToBike al Bike Pride, Torino sempre più su due ruote

Al centro di questa edizione infatti ci sarà la bikeconomics, ossia l’economia delle due ruote e le sue declinazioni positive sulla la società che potrebbe vedere aumentare gli introiti economici e diminuire l’inquinamento.

Al di là della settimana dedicata alla mobilità, uno dei contributi più concreti alla sostenibilità nei trasporti che va ricordato, è senz’altro il ToBike. Venuto alla luce nel 2010 tale servizio è una forma di bike sharing in espansione, che vanta più di 100 ciclostazioni disponibili ai fruitori 24 ore su 24.

Dal ToBike al Bike Pride, Torino sempre più su due ruote

In un contesto sempre più ampio però, la città di Torino si trova divisa sulle opinioni nei confronti del ToBike: da una parte infatti abbiamo un servizio in continuo miglioramento, eco-friendly e apprezzato dagli utenti, dall’altra abbiamo i medesimi utenti che si lamentano della poca affidabilità che talvolta caratterizza le postazioni e la qualità delle biciclette, a cui ogni tanto mancano dei pezzi o non funzionano adeguatamente.

Tuttavia, proprio a fronte delle recenti lamentele dei più di 20.000 utenti del servizio, la città di Torino ha annunciato un progressivo miglioramento delle biciclette (alcune da sostituire altre da riparare) e un aumento delle postazioni disponibili.

Correlato:  30 marzo, un lunedì senza trasporto pubblico per 4 ore

Il Bike Pride, il ToBike e tutte le iniziative legate alla mobilità sostenibile stanno dunque prendendo sempre più piede in Torino. Il ToBike, nonostante tutti i suoi punti deboli su cui sarà necessario lavorare negli anni a venire, è un buono strumento che può sempre migliorare e che ha avuto l’insperato effetto di aumentare non solo i ciclisti, ma anche le aree dedicate allo spostamento su due ruote in sicurezza.

Dal ToBike al Bike Pride, Torino sempre più su due ruote

La presenza del Bike Pride e il continuo tentativo di renderlo accattivante rappresenta poi l’ennesimo impegno di Torino in direzione della sostenibilità e delle normative europee in merito.

Francesca Palumbo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here