Home Musica _resetfestival 2014: musica orizzontale a Torino

_resetfestival 2014: musica orizzontale a Torino

0
SHARE
_resetfestival 2014: musica orizzontale a Torino
_resetfestival 2014: musica orizzontale a Torino

Dal tardo pomeriggio di ieri – fino a domenica 14 settembre – è tornata a Torino la sesta edizione  del  Resetfestival.

Una kermesse musicale nata nel 2009 da un’idea dell’Associazione Verve per sostenere, promuovere, ma anche raccontare la musica emergente presente a Torino e che negli anni ha saputo mantenere inalterata questa mission.

Un festival, insomma, che non dimentica le sue origini di promozione e sostegno della creatività giovanile, usufruendo dello spirito della rete, e coniugando, così, diverse opportunità.

Ed è proprio questa intuizione che ha permesso al Reset, dopo sei anni, di essere considerato una delle realtà più dinamiche ed in evoluzione del panorama musicale per quello che riguarda la musica emergente, per lo più, ancora, lontana dalle grandi etichette musicali.

Il concetto guida di quest’anno sarà quello di musica orizzontale, ovvero confronto e condivisione di pubblico e musicisti, artisti e aziende, piazze auliche e arcate dei Murazzi, riuscendo così a mettere in dialogo persone e realtà solo apparentemente lontane.

Dopo il primo ciclo di cinque anni il cui punto focale è stata piazza Vittorio Veneto, l’evento diventa diffuso e coinvolge tre luoghi strategici di Torino: i Murazzi, il Cap10100, e la sede di Turin Eye, nel cuore del Balòn a Borgo Dora.

_resetfestival 2014: musica orizzontale a Torino

_resetfestival ha scelto di coinvolgere anche tre start up che affrontano i temi del social-eating, della mobilità sostenibile e della tutela del diritto d’autore: Gnammo, BlaBlaCar e Soundreef. Realtà giovani che collaborano al progetto e condividono la stessa filosofia, il sostegno alla partecipazione condivisa.

Dopo il grande esordio di ieri sera, in cui sul palco dell arciPelago Beach – spazio estivo a cura del Comitato Arci – si sono alternati  gli Eugenio in Via di Gioia, i Karavans e i Sendorm, i live continuano oggi e domani al “village musicale” attorno al Cap10100 dove saranno allestiti  quattro diversi palchi.

L’ultimo giorno del festival, domenica 14 settembre, si aprirà a Borgo Dora con un tavolo di addetti ai lavori sull’esportazione dei talenti con riferimento alla case history di Puglia Sounds e vedrà, dalle 15.00 alle 20.00, la mongolfiera del Turin Eye essere palco inedito per live acustici e jam session.

Anche quest’anno _resetfestival coltiva relazioni e scambi con realtà locali e nazionali come Mei, Arezzo Wave, ARFF, Stati Generali del Rock, Partycillina, Pagella Non Solo Rock, nell’intento di creare e consolidare un vero e proprio circuito artistico che non mancherà di confermare Torino come città chiave della scena musicale italiana.

(Cliccate qui per il programma dei concerti )

Arianna Battiston

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here