Home Storia Erasmo da Rotterdam si laurea a Torino

Erasmo da Rotterdam si laurea a Torino

171
SHARE
Erasmo da Rotterdam: a Torino per laurearsi
Erasmo da Rotterdam: a Torino per laurearsi

Esattamente il 4 settembre di 510 anni fa, ovvero nel 1506, Erasmo da Rotterdam si laureò in teologia all’Università di Torino; dove ancora oggi è possibile vederne la targa commemorativa.

Di per sé il neolaureato non uscì con un voto eccezionale; nei documenti ancora disponibili nell’archivio dell’università si può leggere infatti un “idoneo e sufficiente”.

Ad ogni modo la vita e la volontà di Erasmo, anche chiamato Erasmus, lo portarono a viaggiare in tutta Europa.

Del suo passato si conosce giusto il luogo di nascita, Rotterdam, e che divenuto orfano ancora in giovane età, visse miseramente per colpa delle balie che lo alleggerirono degli averi lasciategli dai genitori.

Prima di laurearsi a Torino passò del tempo a Parigi per arricchirsi culturalmente.

Successivamente, sempre in diverse parti dell’Europa, partecipò a numerose lezioni, tenute da diversi personaggi di spicco dell’epoca: Montaigne, Manunzio ed infine Moro.

Erasmo da Rotterdam: a Torino per laurearsi

Dopo le lunghe battaglie che lo videro contrapporsi alla Chiesa Cattolica e dopo la formulazione dei suoi tre punti cui intervenire per attuare una vera riforma religiosa, era il 1536 quando Erasmo morì a Basilea; ancora in attesa della pubblicazione del suo Qohelet (Ecclesiaste), ennesimo libro sacro da lui tradotto.

Un particolare curioso è dato dal fatto che il famoso scrittore di Elogio della follia si laureò in teologia all’Università di Torino quando ancora un facoltà di psicologia non esisteva.

Per assurdo a 500 anni di distanza non esiste più la facoltà di teologia ma è presente quella di psicologia. Entrambe condividono quella che vien definita “ricerca attorno all’anima” e che dandosi il cambio, in qualche modo, continuano a rinnovare.

Se infine vi steste chiedendo se il famoso progetto universitario Erasmus prende il nome dal nostro laureato torinese, la risposta è affermativa. Nel caso in questione la proposta formativa è un acronimo di European Region Action Scheme for the Mobility of University Students.

Volutamente quindi con le iniziali che ricordassero il nome del teologo per affermare quanto sia importate oggi, come allora, affacciarsi a culture diverse dalla propria.

 

Damiano Grilli

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here