Home Cronaca di Torino Ruota panoramica, se ne riparla nel 2015?

Ruota panoramica, se ne riparla nel 2015?

5
SHARE
Ruota panoramica, se ne riparla nel 2015?
Ruota panoramica, se ne riparla nel 2015?

Una ruota panoramica con vista Milano Expo 2015?

Palazzo Civico è stato chiaro prima della pausa estiva: il vicino Expo 2015 che inizierà nel capoluogo lombardo il prossimo marzo è un occasione troppo ghiotta per non approfittarne,e Torino deve fare bella figura, a costo di nuove e dolorese dismissioni del  patrimonio.

Ben venga quindi il nuovo progetto privato per la realizzazione della famosa ruota panoramica di cui da diversi anni ormai si vocifera.

I disegni, inviati all’assessore della Cultura e al Turismo Maurizio Braccialarghe, ipotizzano una ruota la cui dimensione non dovrebbe essere superiore ai 45 metri di diametro, inferiore, quindi, ben 25 metri dal primo imponente progetto del 2012.

Dimensioni che ridurrebbero in maniera consistente l l’impatto che la struttura avrebbe sul territorio, senza dimentare, poi, la possibilità di spostare la struttura dopo una prima collocazione.

Ruota panoramica, se ne riparla nel 2015?

L’ipotesi al vaglio da parte della Regione prevederebbe, infatti, una prima installazione temporanea nei pressi di Torino Esposizioni, all’estremità del parco del Valentino, per una durata massima di un paio d’anni, con la possibilità poi di ripristinare la struttura accanto a Palazzo del Lavoro, una volta ultimati i lavori di riqualificazione dell’imponente struttura al confine con Moncalieri.

Nelle prossime settimane Palazzo Lascaris provvederà a rendere i pubblici i risultati dell’indagine di fattibilità del progetto che aveva  avviato all’inizio dell’estate. I lavori, comunque non inizierebbero prima dell’inizio del prossimo anno, il 2015.

Insomma, il progetto è un’occasione concreta per la realizzazione di un’opera che potrebbe aumentare l’interesse agli occhi dei sempre più numerosi turisti, negli ultimi anni, presenti in città.

 

 

La Redazione di Mole24

 

Correlato:  Torino, il Natale abbraccia anche le periferie

 

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here