Home Musica Traffic, i gruppi torinesi giocano in casa

Traffic, i gruppi torinesi giocano in casa

5
SHARE
Traffic, i gruppi torinesi giocano in casa
Traffic, i gruppi torinesi giocano in casa

Non ci sono solo i grandi gruppi (in gergo, headliners) a dare vita alle tre serate di Traffic, che ieri sera ha avuto il suo Prequel al Valentino e che da stasera animerà tre notti di piazza San carlo.

Oltre a Pet Shop Boys, Max Pezzali & I Cani e Litfiba, saliranno sul palco anche alcune realtà musicali torinesi di livello.

Per esempio i Niagara, duo pop sperimentale dal taglio elettronico e psichedelico, che suoneranno questa sera.

Il progetto nasce a Torino nel 2007 dalle precedenti esperienze di Davide Tomat (N.A.M.B., Tomat, Gemini Excerpt) e Gabriele Ottino (N.A.M.B., Milena Lovesick, Gemini Excerpt), che aboliscono le voci e stravolgono la loro tradizione compositiva concentrandosi sulla struttura sonora, in modo da esprimere concetti e sensazioni incomunicabili a parole.

Del 2013 è il primo album Otto, pubblicato sia in Europa che negli Stati Uniti dall’indipendente britannica Monotreme, che a settembre darà alla stampe il nuovo Don’t Take It Personally.

Traffic, i gruppi torinesi giocano in casa

Domani, invece, prima dell’inedito duo Pezzali/Cani, si svolgerà un’inedita performance di un’ora, dal titolo appunto “Un’ora sola ti vorrei”, che vede protagonisti tre realtà musicali torinesi “underground”: i cantautori Bianco e Daniele Celona e i Nadàr Solo.

Si tratta di tre progetti ben noti a Torino che negli ultimi anni hanno iniziato ad affermarsi anche nel panorama nazionale: con due album molto apprezzati alle spalle,

Bianco ha trovato di recente il successo anche come produttore artistico (Levante); Daniele Celona ha incantato critica e pubblico con il fulminante esordio Fiori e Demoni; i Nadàr Solo (Matteo De Simone, Federico Puttilli e Alessio Sanfilippo), reduci da un feat di successo con il Teatro degli Orrori, sono in tour da oltre un anno e mezzo e si stanno imponendo come live band potente e mozzafiato.

Traffic, i gruppi torinesi giocano in casa
Non nuovi a collaborare tra loro per i rispettivi progetti o in tour con la cantautrice Levante, i cinque musicisti saliranno sul palco del Traffic il 26 luglio coinvolgendo, in un’ora di inedito show, altri artisti torinesi, giovani protagonisti della brulicante realtà musicale cittadina.

Infine domenica spazio, prima del rock dei Litfiba, all’hardcore dei Fluxus.

Composti attualmente da Franz Goria (voce e chitarra), Luca Pastore (chitarra quattro corde), Roberto Rabellino (batteria) e Fabio Lombardo (chitarra), i Fluxus esordiscono nel 1994 con l’album Vita in un pacifico nuovo mondo e nel corso del tempo schierano in formazione musicisti come Simone Cinotto (Nerorgasmo), Roberto “Tax” Farano e Marco Mathieu (entrambi dei Negazione), Adriano Cresto, Fabio Lombardo, Marcello Marcelli, Ramon Moro, Ciro Nardone, Francesco Di Lernia, Roberto Novero e Max Bellarosa. Del 2002 è l’ultimo album, semplicemente Fluxus, quarto nel repertorio del gruppo, con la partecipazione di ospiti quali Teho Teardo e Roy Paci

 

Andrea Besenzoni (Bio e foto: www.trafficfestival.com)

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here