Home Musica Traffic, tre giorni di musica tra ieri e oggi in piazza San...

Traffic, tre giorni di musica tra ieri e oggi in piazza San Carlo

0
SHARE
Traffic, tre giorni di musica tra ieri e oggi in piazza San Carlo
Traffic, tre giorni di musica tra ieri e oggi in piazza San Carlo
Tempo di lettura: 2 minuti

A undici anni del suo esordio il Traffic Festival è ancora uno dei festival estivi più attesi e, soprattutto, è riuscito a mantenere il suo carattere gratuito.

Dopo l’esperienza dello scorso anno ai Cantieri OGR, la manifestazione ritorna in piazza San Carlo, già sede del festival nel 2011 e nel 2012, Cambio repentino della guardia, dunque per il salotto dei torinesi, che fino a ieri sera, ha ospitato il Festival Mozart e ora si appresta ad accogliere migliaia di giovani. Un tale accostamento simboleggia magnificamente il tema conduttore di questa edizione, espresso nello slogan “Yesterday > Today”: l’intenzione di mettere in corto circuito passato e presente. Per capire ciò che di ieri è vivo ancora ai giorni nostri.

Traffic, tre giorni di musica tra ieri e oggi in piazza San Carlo

A Piazza San Carlo si affianca quest’anno, come location d’eccezione, il Borgo Medioevale o: da qui stasera prenderà il via il festival con lo spettacolo Razza partigiana, un’occasione per soffermarsi sul lascito della Resistenza a quasi 70 anni dalla Liberazione.

Traffic, tre giorni di musica tra ieri e oggi in piazza San Carlo

La serata di venerdì 25 verrà aperta dai Niagara, il duo pop sperimentale dal taglio psichedelico formato dai torinesi Davide Tomat e Gabriele Ottino che si esibiranno insieme all’artista Janine Rostron, in arte Planningtorock. Sul palco saliranno anche i Pet Shop Boys, icona britannica dell’electro pop, che inseriscono questa data italiana nel loro Electric Tour 2014.

Correlato:  Ritorna sul palco Vasco Rossi, torinese adottivo

Traffic, tre giorni di musica tra ieri e oggi in piazza San Carlo

Sabato 26 i protagonisti saranno I Cani, band romana diventata una delle protagonista della scena indipendente italiana, ma la vera sorpresa della serata sarà la loro performance con Max Pezzali.

La serata finale, domenica 27, come quella inaugurale, si aprirà al Parco del Valentino sempre nel ricordo della Resistenza, compito affidato ai Fluxus, storico collettivo torinese, che torna dopo oltre dieci anni di silenzio. Ci si sposta poi in Piazza San Carlo, con i Litfiba nella loro formazione originaria: Piero Pelù, Ghigo Renzulli, Gianni Maroccolo e Antonio Aiazzi. Riproporranno, in esclusiva nazionale, la loro Trilogia del Potere (Desaparecido, 17 re e Litfiba 3) i dischi usciti tra il 1983 e il 1989; ad affiancarli saranno i giovani siciliani Il Pan del Diavolo.

Roberto Mazzone



Commenti

SHARE