Home Musica Festival Mozart, un successo per 120 mila persone

Festival Mozart, un successo per 120 mila persone

0
SHARE
Festival Mozart, un successo per 120 mila persone
Festival Mozart, un successo per 120 mila persone
Tempo di lettura: 2 minuti

Metti una grande folla in piazza San Carlo. poi scopri che nella piazza c’è un festival musicale. gratuito

Che novità, pensi, la gente affolla sempre i festival musicali gratuiti: sta per succedere, proprio da quelle parti, con il Traffic 2014.

Poi scopri che il festival era di musica classica, per la precisione dedicato a Mozart. Il Festival Mozart Torino ha sfidato pioggia e intemperie e ha fatto registrare numeri che definire di tutto rispetto è quasi un eufemismo.

Un successo straordinario: questo è stato. Il Festival in 6 giorni ha coinvolto oltre 120mila persone.

Entusiasta l’assessore alla Cultura, Maurizio Braccialarghe: “crediamo fortemente all’offerta gratuita di eventi come questo. Abbiamo visto in piazza un’attenzione emozionante”. Mozart, eseguito dalle orchestre di Rai, Regio, Conservatorio, fa seguito al Festival Beethoven 2013. Previsto analogo Festival per il 2015, anno dell’Expo.

Quindi Festival Mozart che ha sfidato le intemperie (in ultimo proprio ieri sera, con una pioggia novembrina battente) e ha fatto registrare numeri enormi.

Festival Mozart, un successo per 120 mila persone

E porterà nel libro dei ricordi sei giorni di grandissima musica e di grandissimi performer:

l Teatro Regio, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Academia Montis Regalis con una partecipazione prestigiosa di direttori, cantanti, solisti; il Conservatorio Giuseppe Verdi, l’Associazione Mozart Italia, i Corsi di Formazione Musicale e la Film Commission Torino Piemonte.

Correlato:  Marta Sui Tubi, stasera concerto a Torino

Festival Mozart, un successo per 120 mila persone

Per non parlare dei giovani, che hanno animato le vie del centro con una sorta di eventi di strada.

Il tutto, lo ripetiamo, nonostante il tempo.

A.Bes.

 

(Foto dal sito ufficiale, di Progetto Bifronte)

 



Commenti

SHARE