Home Innovazione B.U.NE.T.: Torino salta in sella

B.U.NE.T.: Torino salta in sella

12
SHARE
Torino in bici con B.U.NE.T.
Torino in bici con B.U.NE.T.

Per incentivare l’utilizzo delle due ruote in città e per rendere più agevole la vita di chi da sempre ne fa uso, ecco che è nato B.U.NE.T., un sistema che permette ai ciclisti di pianificare i percorsi a Torino e in provincia.

Da sempre gli amanti della bicicletta in città hanno dato buoni esempi di tutela dell’ambiente e di utilizzo di mezzi di trasporto alternativi. Proprio per questo vasto bacino di utenti la Città di Torino, insieme con la Provincia, ha ideato B.U.NE.T (Bike’s Urban Network), un sistema realizzato con la collaborazione di 5T (Tecnologie, Telematiche, Trasporto, Traffico, Torino) e TObike, il progetto che permette da anni agli amanti delle due ruote che non possiedono una bicicletta di spostarsi da un capo all’altro della città con quelle del Comune.

B.U.NE.T non è altro che uno strumento, realizzato interamente con strumenti Open Source, che permette di calcolare il percorso da seguire per il ciclista dal punto di partenza alla destinazione, dentro e fuori la città di Torino.

 

B.U.NE.T.: Torino salta in sella

Ma come funziona esattamente B.U.NE.T?

Per prima cosa l’utente interessato dovrà munirsi di una bicicletta (propria o del TObike), dopodiché sarà sufficiente collegarsi al sito del progetto www.bunet.torino.it, selezionando il punto di partenza e di arrivo desiderati sulla mappa, con lo stesso sistema su cui si basa Google Maps.

Il percorso che ne deriverà potrà essere ancora modificato secondo tre criteri: veloce (la strada evidentemente più breve), pianeggiante (con minor pendenza possibile) o sicuro (che tenga conto della presenza di aree verdi e piste ciclabili per spostarsi al massimo della sicurezza).

Una volta ricreato il proprio percorso i ciclisti potranno osservare sulla mappa tutti i punti di interesse della traversata, quali piste ciclabili, strisce pedonali e la disponibilità o meno di biciclette del TObike sul percorso.

B.U.NE.T.: Torino salta in sella
B.U.NE.T.: Torino salta in sella

L’attenzione che Torino ha dimostrato e dimostra di avere nei confronti dei ciclisti, rientra nel piano di conversione della nostra città da storico polo industriale a centro smart e all’avanguardia sulla sostenibilità.

Il processo di modernizzazione che ha caratterizzato Torino negli ultimi decenni in diversi ambiti (dallo sport all’innovazione) trova spazio anche attraverso queste iniziative.

Il progetto B.U.NE.T, così come il TObike prima di lui e tutte le iniziative legate all’incremento del traffico su due ruote in città, si ricollega al Biciplan (Piano della Mobilità Ciclabile), che la città di Torino sta attuando da diversi anni con l’obbiettivo di portare l’utenza di ciclisti dal 3% calcolato nell’anno 2012 ad un 15% nel 2020.

Sulla stessa nuance nel 2009 era stato istituito il portale Torino in Bici, in sintonia con le richieste di modernizzazione e sostenibilità provenienti dall’Unione Europea.

Il sito si propone come uno strumento utile per i ciclisti di Torino per orientarsi, conoscere al meglio le regole e i diritti che li riguardano, nonché per ricevere tutte le informazioni sulla mobilità urbana.

Più orientamento e sicurezza per i ciclisti dunque, con l’ausilio di sistemi gratuiti e di facile fruizione.

 

Francesca Palumbo

(Seguici su Facebook!)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here