Home Musica Trentemøller e gli animali dello Zoom

Trentemøller e gli animali dello Zoom

12
SHARE
Trentemøller e gli animali dello Zoom
Trentemøller e gli animali dello Zoom

Cosa ci fa uno dei DJ più influenti ed apprezzati del momento al Bio-Parco Zoom di Cumiana? Semplice, mette la musica al servizio della natura! Alle porte di Torino infatti, comodamente raggiungibile con la linea di metropolitana Chivasso-Pinerolo, si estende il parco Zoom, che ospita tra gli altri animali provenienti anche da Africa e Asia come giraffe, rinoceronti e tigri: vi si svolge in questi giorni il Night Safari Festival, una serie di eventi pensati per sostenere la salvaguardia del rinoceronte, alla cui causa verranno devoluti i fondi del Festival.

Trentemøller e gli animali dello Zoom

Per l’occasione il palco verrà allestito nell’anfiteatro di Petra, ispirato al sito archeologico giordano: gli organizzatori assicurano uno scarso impatto ambientale, e anche sonoro, in modo da non disturbare in alcun modo gli animali del parco. In questo spazio si potrà assistere a varie performance, ‘dal pop all’elettronica, agli spettacoli di nouveau cirque’, ci saranno cantanti come Irene Grandi e DJ come Anders Trentemøller, appunto.

Trentemøller e gli animali dello Zoom

Danese di nascita, Trentemøller ha fatto la sua entrata nel mondo dell’elettronica nel 2006, benchè fosse già inserito nell’ambito musicale dagli anni ’90, quando si occupava per lo più di Indie Rock: il suo album di debutto The Last Resort è stato il trampolino di lancio in grado di portare la svolta elettronica dell’artista al grande pubblico, ed ha anticipato collaborazioni importantissime come quelle con i Modeselektor, i Franz Ferdinand e i Depeche Mode. Quest’ultima band, per altro, ha voluto Trentemøller come supporter durante il tour Delta Machine, permettendo al danese di suonare negli stadi di tutta Europa. Con il suo ultimo disco, uscito nell’estate del 2013, Anders ha stupito ancora una volta, cambiando completamente l’atmosfera musicale dei suoi pezzi iniziali: il suono è più melodico e soggetto a cambi imprevedibili, i synth acquistano un’importanza maggiore e sono più presenti le parti vocali, anche queste frutto di collaborazioni con svariati artisti.

Trentemøller porta tutto questo allo Zoom stasera: si prevede una notte all’insegna dell’ottima musica, che i rinoceronti purtroppo non potranno sentire, ma che senza dubbio li aiuterà a dormire sonni più tranquilli!

 

Arianna Battiston

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here