Home Cronaca di Torino Piscine e parchi per un’estate a Torino

Piscine e parchi per un’estate a Torino

1825
SHARE
Piscine e parchi per un’estate a Torino
Piscine e parchi per un’estate a Torino

Per tutti i torinesi che non lasceranno tanto presto la città in estate, ecco una panoramica delle piscine e delle aree di evasione dal gran caldo.

Come ogni anno, purtroppo o per fortuna, è tornata l’estate e con essa la necessità di superare il periodo del gran caldo pur vivendo in città.

Per chi vedesse ancora le vacanze come una meta lontana, o non potesse andarci, alcuni consigli su dove “stare più freschi” risulteranno sicuramente utili.

Un evergreen dell’estate in città, a questo proposito, sono sicuramente le piscine comunali che attirano ogni giorno scolaresche di estate ragazzi e gruppi svariati di persone.

Eccone alcune: piscina Lido (Via Villa Glori, 21), aperta tutti i giorni fino a settembre (tranne il 26 luglio); piscina Pellerina (Corso Appio Claudio, 110), sita nell’omonimo parco rimarrà aperta tutti i giorni fino a fine stagione; piscina Sempione (Via Gottardo, 10), dotata anche di vasche al coperto rimarrà aperta fino a metà agosto; piscina Sisport (Via Olivero 32/a), disponibile alla balneazione fino al 31 agosto; piscina Trecate (Via Vasile Alecsandri, 29), fino al 17 settembre in sostituzione di quella coperta disponibile fino al 18 luglio.

Piscine e parchi per un’estate a Torino

Le suddette piscine comunali all’aperto hanno tutte un tariffario comune, con un ingresso giornaliero di 5 euro durante la settimana e di 7 il sabato, la domenica e i festivi.

Per tutti i dettagli sulle variazioni di prezzo e le agevolazioni per bambini, anziani e comitive, sarà sufficiente consultare il sito del Comune di Torino nella sezione “Piscine Comunali”.

Eppure anche la cintura e la provincia di Torino offrono soluzioni alla calura estiva che vanno al di là delle tradizionali “vasche blu” aperte al pubblico.

Correlato:  Salone del Libro, gli eventi collegati sono oltre 500

Si tratta dei parchi acquatici, aree di gioco e divertimento incentrate sull’utilizzo di piscine corredate da scivoli e con servizi di balneazione che, almeno per quella giornata in cui ci si reca, fanno quasi dimenticare di non essere al mare.

Per rimanere nella più stretta cintura di Torino troviamo l’Acquajoy di Rivoli e il Blu Paradise di Orbassano (di recentissima apertura); cambiando provincia incontriamo lo storico acquapark Le Cupole nel cuneese, Astilido (all’uscita Asti Ovest dell’autostrada), le Bolleblu in provincia di Alessandria e l’enorme Ondaland nel novarese.

Ogni struttura ha i propri prezzi, che variano da un minimo di 10 a un massimo di 23 euro (nel caso di Ondaland).

C’è insomma l’imbarazzo della scelta. Senza affrontare una spesa eccessiva i torinesi potranno abbracciare le positività dell’estate pur rimanendo a casa.

Con tutte queste opportunità la città potrà non essere troppo calda e troppo noiosa.

 

Francesca Palumbo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here