Home Musica Un concerto per pianoforte…senza il pianista

Un concerto per pianoforte…senza il pianista

27
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

“Che fate stasera?” “Andiamo a sentire un concerto per pianoforte” Mai parole furono più azzeccate se l’evento in questione è quello di venerdì 13 giugno al Conservatorio di Torino (h. 21). Domani, infatti, chi si recherà nell’auditorium di via Mazzini 13 ascolterà buona, anzi ottima musica…e basta. Nessun pianista da ammirare mentre, madido di sudore, con gli occhi chiusi e i capelli scarmigliati, fa volteggiare lunghe dita sui tasti neri e bianchi.

disklavier-img-4596

Lo spettacolo lo darà invece Disklavier, un pianoforte “aumentato” che suona da solo. Davanti ad un sedile vuoto, quindi, le note sgorgheranno come suonate da mani fantasma, ma più prosaicamente da un computer in grado di eseguire pezzi impossibili per le possibilità umane.
La classe di Musica elettronica del Conservatorio, agli ordini del maestro Stefano Bassanese e supportata dal docente del Dams, Andrea Valle, proporrà dunque una serata unica nel suo genere, con il Disklavier come protagonista: non solo un concerto per pianoforte, dato che la centralina elettronica super intelligente è stata collegata anche ad un flipper che, mosso dai visitatori, trasformerà i movimenti della pallina in note musicali.

yamaha-disklavier-7

Il programma è ricco e completo, ma se a fine concerto vorrete l’autografo del pianista, beh, allora rimarrete delusi.



Commenti

Correlato:  giorni al Reset Festival / i 2 Fat Men
SHARE