Home Spor-to Una supercoppa “brasiliana” per Juventus e Napoli

Una supercoppa “brasiliana” per Juventus e Napoli

67
SHARE

Il biglietto per la partita? 100 euro, con carta di credito. Il biglietto aereo per raggiungere lo stadio? 1.200 euro, con carta di credito. La passione per la propria squadra? Non ha prezzo.

Dovranno essere dei tifosi davvero viscerali e, soprattutto, senza problemi economici, quelli che vorranno assistere a tutti i costi (è proprio il caso di dirlo) alla sfida di Supercoppa Tim tra Napoli e Juventus. Dalla Lega Calcio prima è arrivato il rinvio al 23 dicembre, richiesto dalla società partenopea ed accettato dai bianconeri, ora invece è al vaglio la suggestiva ipotesi di giocare il match in Brasile, a San Paolo.

h682

Il Palmeiras, storico club brasiliano con parecchi tifosi italiani in loco, avrebbe inviato a Roma la richiesta per ospitare la partitissima nel suo nuovo stadio, l’Allianz Parque, ancora in costruzione (i lavori sono attualmente al 90%), ma già pronto in agosto per il centenario della società.

maxresdefault

La Supercoppa italiana è già stata disputata a Washington, Tripoli e Pechino e ora potrebbe emigrare, per la prima volta, in Sud America. Il Palmeiras è la squadra carioca più legata al nostro Paese: venne infatti fondata nel 1914 da alcuni emigranti del Belpaese con il nome di “Palestra Italia” e San Paolo, città in cui gioca, è la più grande metropoli italiana nel mondo. Sull’altopiano della Serra do Mar, infatti, vivono almeno 6 milioni di persone che hanno almeno un ascendente italiano in famiglia, un numero quindi due volte superiore a Roma, con i suoi 2,7 milioni di abitanti.

mini (31)

L’Allianz Parque è un gioiello ingegneristico, costruito in appena 4 anni a partire dall’abbattimento del vecchio impianto, il Palestra Italia, per l’appunto. Potrà ospitare 43.600 spettatori (ma è stato già previsto un possibile aumento fino a 49.000), possiede 160 suite, un ristorante panoramico, negozi, centri convegni e un parcheggio per duemila auto. Buffon, Pogba, Tevez, Higuain, Albiol e Hamsik avranno a disposizione spogliatoi da 300 metri quadri e, a pochi passi, la polisportiva del Palmeiras, con strutture sportive di livello anche per altri sport come basket, nuoto e volley.

Blog4

Resta il fatto che, se la Lega Calcio, accettasse la proposta, sarebbe sicuramente suggestivo immaginare una coppa, pardon Supercoppa, sollevata al cielo brasiliano e i tifosi italiani ne sarebbero entusiasti. Forse, quelli che dovrebbero risparmiare e partire da Torino e Napoli il giorno prima, un po’ meno.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here