Home Teatro Il settembre di MI.TO. guarda all’Expo

Il settembre di MI.TO. guarda all’Expo

2
SHARE
Il settembre di MI.TO. guarda all’Expo
Il settembre di MI.TO. guarda all’Expo
Tempo di lettura: 1 minuto

L’ottava edizione di MITO Settembre Musica – il Festival musicale che unisce in un unico, grande palcoscenico le città di Torino e Milano – si svolgerà quest’anno dal 4 al 21 settembre.

Alla presentazione del programma, gli assessori alla Cultura delle due città – Maurizio Braccialarghe e Filippo Del Corno – hanno definito “virtuoso” il sistema culturale e la collaborazione instaurata in questi otto anni tra Torino e Milano, certi che questo stato di cose sarà in grado di arricchire l’offerta musicale dell’Esposizione Universale, grazie alla prevista partecipazione di artisti di altissimo livello internazionale.

Ma ecco i numeri dell’edizione 2014: 27 paesi coinvolti, 2161 artisti invitati, 182 appuntamenti (dei quali 59 a ingresso gratuito e oltre un centinaio a prezzi popolari), 156 concerti, sei spettacoli di danza a Torino, 94 sedi.

Le inaugurazioni a Torino (Teatro Regio, 4 settembre) e Milano (Teatro alla Scala, 5 settembre) saranno dedicate a Claudio Abbado, recentemente scomparso, con un programma legato a una mini-rassegna incentrata sulla musica di Johannes Brahms: tre Danze ungheresi (Torino), la Terza e la Quarta Sinfonia (Milano), eseguite dalla Budapest Festival Orchestra.

Il settembre di MI.TO. guarda all’Expo

L’ospite “pop” di questa edizione è Roberto Vecchioni che si esibirà in due serate speciali, il 16 settembre a Torino e il 19 a Milano.

Per la chiusura torinese è prevista la presenza della celebre cantante israeliana Noa, che interpreterà in chiave sinfonica brani del suo repertorio, accompagnata dall’orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Il concerto viene realizzato in collaborazione con la 66esima edizione del Prix Italia, in occasione della Giornata Internazionale della Pace.

Correlato:  Torino, ecco la stagione 2017-18 del Teatro Stabile

Torna anche quest’anno MITO per la città, il programma di concerti in luoghi off del territorio cittadino: diciotto concerti in chiese, teatri e club, che toccheranno tutti i quartieri, con un’offerta di matrice prevalentemente classica.

La biglietteria in via San Francesco da paola 6, a Torino, è già aperta per la vendita dei Carnet; i biglietti singoli si potranno acquistare da sabato 21 giugno.

 

Roberto Mazzone



Commenti

SHARE