Home Arte Alla scoperta del Museo del Cinema di Torino

Alla scoperta del Museo del Cinema di Torino

135
SHARE
Alla scoperta del Museo del Cinema
Alla scoperta del Museo del Cinema

All’interno del simbolo della nostra città ha sede il Museo Nazionale del Cinema che con i suoi cinque piani fuori terra può vantare il primato del museo con la maggiore estensione in altezza del mondo.

La sua ideazione nasce dal sogno della studiosa del cinema Maria Adriana Prolo di creare un museo sulle origini del cinema e del suo legame con Torino.

Alla scoperta del Museo del Cinema

Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale viene organizzata una prima mostra retrospettiva a cui seguono altre esposizioni temporanee che stimolano l’interesse del pubblico sulla vasta collezione di cimeli da lei raccolti.

Una prima sede del museo viene allestita nel 1958 in un’ala di Palazzo Chiablese ma solo nel luglio 2002 la sede viene spostata all’interno della Mole Antonelliana, scelta per il suo forte impatto visivo e scenografico, grazie al progetto dell’architetto Gianfranco Gritella diventando ben presto uno dei musei più visitati d’Italia.

Il percorso espositivo di 3200 metri quadrati, curato dall’architetto svizzero François Confino, ha lo scopo di rendere il visitatore allo stesso tempo spettatore, attore e regista. L’esposizione inizia con una sezione dedicata all’Archeologia del Cinema dove scatole ottiche e lanterne magiche consentono di ripercorrere le fasi che hanno condotto alla nascita del cinema.

Si prosegue poi al cuore del museo, l’Aula del Tempio, dove il visitatore può scegliere di soffermarsi su comode chaise longue per la visione di filmati a tema proiettati sui grandi schermi o di raggiungere le varie cappelle dedicate ai diversi generi cinematografici.

Alla scoperta del Museo del Cinema

 

Dalla sala si snoda una rampa elicoidale dove si prosegue con la visita e da cui si può ammirare l’ascensore panoramico di cristallo che effettua una corsa ogni 59 secondi arrivando fino alla cima della Mole. Si continua quindi attraverso sezioni dedicate al Cinema, alla Televisione ed alla Macchina del Cinema che introduce ai segreti della realizzazione di un film, dalla sua sceneggiatura alla sua promozione.

Il percorso si conclude nella Galleria dei Manifesti che ripercorre la storia del cinema, dei film e degli autori più amati dagli spettatori. All’interno della vasta collezione possiamo trovare manifesti cinematografici, pellicole e una biblioteca di 20.000 apparecchi, dipinti e stampe, oltre 80.000 documenti fotografici, 30.000 manifesti, 12.000 film e 26.000 volumi.

Alla scoperta del Museo del Cinema di Torino

L’allestimento è stato rinnovato durante le Olimpiadi con nuove postazioni multimediali ed interattive oltre che tre nuovi ambienti dedicati al western, al musical ed alla fantascienza ed un restauro del film Cabiria di Giovanni Pastrone. Il Museo ospita inoltre ogni anno numerosi festival tra cui il noto Torino Film Festival.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here