Home Urbanistica Piazza Foroni/Cerignola, al via la riqualificazione

Piazza Foroni/Cerignola, al via la riqualificazione

11
SHARE

Prosegue la riqualificazione delle piazze torinesi. Nell’ambito del programma “Urban Barriera di Milano” è iniziata la fase preliminare dei lavori di riqualificazione del mercato di piazza Foroni.

Il progetto prevede la ridefinizione degli spazi destinati alle bancarelle, il rifacimento della pavimentazione della piazza, un nuovo sistema di illuminazione e la dotazione di allacciamenti elettrici e idrici a norma per i banchi del mercato.

Piazza Foroni/Cerignola, al via la riqualificazione

Il cantiere, che si è avviato il 7 maggio, è molto complesso e procederà per fasi per non interrompere mai l’attività del mercato e garantire sempre il posto di lavoro di ogni singolo operatore.

Gli ambulanti che operano nelle aree interessate dal cantiere verranno di volta in volta spostati temporaneamente sulle vie Scarlatti e Crescentino, dove in questi giorni si stanno predisponendo le aree che ospiteranno provvisoriamente una parte delle bancarelle: al termine dei lavori il mercato tornerà sull’area che occupa attualmente.

Piazza Foroni/Cerignola, al via la riqualificazione

In via Scarlatti i lavori di predisposizione del mercato temporaneo sul lato sud della via (il lato corrispondente ai numeri pari) consistono essenzialmente nella realizzazione di un impianto provvisorio di distribuzione dell’energia elettrica.

La via è a doppio senso di circolazione ed è consentita la sosta in linea su ambedue i lati, ma a causa dello spazio occupato dal cantiere è necessario modificarne la viabilità per poter effettuare i lavori in programma.

Dal 12 maggio la viabilità è stata quindi modificata con l’istituzione del senso unico in direzione est, da corso Palermo verso via Mercadante.

Al termine dei lavori gli spazi per la sosta e l’area verde saranno riqualificati con la posa di una nuova pavimentazione e di elementi di arredo: sulla stessa area sarà inoltre realizzato un blocco di servizi igienici, in parte riservati agli operatori del mercato ed in parte ad uso dei cittadini.

Andrea Besenzoni – Fonte: Torinoclick

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here