Home Arte La Sabauda in Tour: in quadri vanno in villeggiatura.

La Sabauda in Tour: in quadri vanno in villeggiatura.

6
SHARE
La Sabauda in Tour: in quadri vanno in villeggiatura.
La Sabauda in Tour: in quadri vanno in villeggiatura.

La Galleria Sabauda non conosce riposo.

Le peripezie dei capolavori della famiglia sabauda continuano a cambiare collocazione da quando la sede storia, in via Accademia della Scienze, è stata chiusa per evidenti problemi strutturali e conservativi per le opere.

Cosi, dopo il cosiddetto Funeral Party- com’era stato soprannominato dalla stampa di allora -, alla presenza di illustri professori, esperti ed esponenti delle istituzioni culturali cittadine, la pinacoteca più famosa di Torino.

Era il 16 marzo 2012.

Da allora, una parte delle opere, bisognose di restauro e di ritrovare prestigio, sono state trasferite al Polo Reale, nella manica nuova di Palazzo Reale con poca pubblicità e poca risonanza di cui avrebbero realmente bisogno. Tutto questo in attesa che quest’anno venga preparata la nuova location che dovrebbe ospitare la rinata pinacoteca.

Finora quindi, dal 2012 al 2014, sono esposte 95 opere, tra quadri e statue – i cosiddetti Capolavori della Galleria.

La Sabauda in Tour: in quadri vanno in villeggiatura.

Ora anche questa nuova location viene abbandonata, e chiusa. In attesa della riapertura prevista per dicembre,per tutta l’estate una selezione delle opere più importanti verranno sparse per il Piemonte in un progetto denominato “La Sabauda in tour per le città: proiezioni, esperimenti e verifiche sul territorio, iniziativa che coordina l’esposizione in diciotto sedi museali piemontesi di importanti opere della Galleria Sabauda”.

L’iniziativa partirà in contemporanea il 29 maggio 2014, con la presentazione delle varie opere nei diversi musei cittadini e piemontesi, per concludersi il 7 settembre 2014: questa iniziativa permette di garantire al pubblico la fruizione di alcune fra le più significative opere della Galleria Sabauda anche nei mesi dell’estate 2014, in cui la sede museale, la Manica Nuova di Palazzo Reale, rimarrà chiusa per lavori per consentirne la riapertura definitiva nella prima settimana di dicembre 2014.

Forse non tutto il male viene per nuocere: nomi importanti e opere altrettanto sublimi viaggeranno nella regione e potranno essere ammirate anche da persone che non verrebbero a Torino per visitare la grande Galleria.

Da Jan van Eyck a Hans Memling, da Martino Spanzotti a Gaudenzio Ferrari, da Guido Reni a Rembrandt, fino a Francesco Solimena, Anton Rapahel Mengs e Pompeo Batoni: tutti in tour, in famosi e splendidi angoli del Piemonte periferico – forse anche più consoni a ospitare opere di questo calibro.

La Sabauda in Tour: in quadri vanno in villeggiatura.

Il progetto intende qualificarsi come una proiezione della Galleria Sabauda sull’intero territorio del Piemonte: da Novara a Vercelli, da Asti a Torino questo è un’occasione anche per visitare le altre città del Piemonte per tutta l’estate.

Magari così, anche solo per qualche mese, queste opere potranno trovare un po’ di pace.

Per conoscere tutte le sedi in cui ammirare le opere: La Sabauda in Tour.

Segnaliamo in particolare, luoghi che possono offrire interessanti spunti per una bella gita fuori porta:

Casale Monferrato – MUSEI CIVICI E GIPSOTECA LEONARDO BISTOLFI Vercelli – MUSEO BORGOGNA Asti – PALAZZO MAZZETTI Varallo (VC) – PINACOTECA Verbania – VILLA GIULIA

 

Giulia Copersito

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here