Home Cronaca di Torino San Salvario: altro giro di vite contro la Movida?

San Salvario: altro giro di vite contro la Movida?

8
SHARE
San Salvario: altro giro di vite contro la Movida?
San Salvario: altro giro di vite contro la Movida?

C’era da aspettarselo. Dopo una serie di eventi di ordine pubblico, fra cui alcuni gravi come l’uccisione di un pusher. Dopo i mesi di proteste incrociate fra associazioni di categoria (residenti contro commercianti, per fare un esempio), adesso sta per arrivare un’ordinanza che rappresenta, in sostanza, il tentativo del Comune di porre un limite in un quartiere, San Salvario, che ha ritrovato una modaiola movida che potrebbe però ritorcersi contro il quartiere stesso.

Un giro di vite vero e proprio, quello previsto, che innanzitutto porterà a una chiusura per 3/5 giorni a settimana di alcuni locali, alcuni dei quali più volte “pizzicati” con problemini di legge.

San Salvario: altro giro di vite contro la Movida

 «A San Salvario – s’è detto in Prefettura – le misure per arginare i guai legati alla movida ci sono e sono tante, ma occorre rinforzarle e renderle più visibili ai residenti»: questa dichiarazione (La Stampa) conferma come ci sia necessità di non decidere e impartire dall’alto, ma di coinvolgere le associazioni di residenti.

Intanto nel dettaglio tecnico l’ordinanza, che secondo il Sindaco sarà pronta al più presto: fra i punti salienti la chiusura alle 2 nelle notti di venerdì, sabato e domenica e all’una nei giorni “normali”.

San Salvario: altro giro di vite contro la Movida?

In pratica, un’ora prima di quanto accade adesso. E poi si diceva di quei sei/sette locali: per loro è pronto il giro di vite vero: una notifica di chiusura, se non definitiva, almeno per quei 3/5 giorni a settimana.

Che per i suddetti locali, senza girarci intorno, rischia di essere un salasso.

L’obiettivo dichiarato di queste decisioni, che di per sè rischiano di non essere la panacea a nessun male (poco cambia ad avere per strada orde di persone ubriache alle due o alle tre, per capirci), è lanciare un segnale: il Comune ne ha abbastanza dell’impunità a San Salvario.

A.Bes.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here