Home Cronaca di Torino San Paolo, il grattacielo è in ritardo

San Paolo, il grattacielo è in ritardo

4
SHARE
San Paolo, il grattacielo è in ritardo
San Paolo, il grattacielo è in ritardo

E’ un altro dei simboli dello skyline della Torino che cambia. E’ ovviamente uno degli edifici più discussi in città, insieme alla torre della Regione in via Nizza.

San Paolo, il grattacielo è in ritardo

E’ il grattacielo Intesa Sanpaolo, progettato dall’archistar Renzo Piano e secondo in Europa per altezza, che sta sorgendo in prossimità di corso Inghilterra e che, si è saputo da pochissimo, dovrà scontare almeno sei mesi di ritardo nell’inaugurazione, inizialmente prevista per dicembre.

Ultimata la parte strutturale, siamo agli infissi, e su tutto il rivestimento esterno. Ci siamo, allora?

No. Questa è una parte molto delicata, perchè comprende alcuni interventi che richiedono tempo, tra cui la copertura della “serra bioclimatica” che occupa gli ultimi tre piani dell’opera con tanto di terrazza, il ristorante, la galleria per le mostre. Solo questa parte, quando inizierà, richiederà tre mesi.

San Paolo, il grattacielo è in ritardo

Altri tre erano stati annunciati un pò di tempo fa, quindi in totale fanno sei. La torre arriverà quindi nel 2015.

Intanto, alcuni dettagli tecnici: la presenza di un terreno di fondazione dalle buone proprietà meccaniche ha permesso di ridurre i costi della fondazione.

Il grattacielo avrà strutture in acciaio e calcestruzzo e sarà dotato di criteri antisismici.

L’acciaio impiegato è di tipo S355 e, in alcune aree particolarmente sollecitate, di tipo S460, e le mega colonne esterne devono sopportare deformazioni di rilievo, vista l’altezza dell’edificio.

Un edificio che, ovviamente, qualche protesta la ha causata, e da anni: numerosi sono stati i tentativi di ingresso nei cantieri, come numerosi sono stati gli episodi in cui il cantiere è stato sfruttato per rendere evidenti proteste legate a crisi aziendali varie.

Ma adesso ci siamo. O meglio, ci siamo quasi.

Andrea Besenzoni

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here