Home Musica Dall’Afrika a Torino con Bambaataa

Dall’Afrika a Torino con Bambaataa

6
SHARE
Dall'Afrika a Torino con Bambaataa
Dall'Afrika a Torino con Bambaataa

Direttamente dal Bronx, stasera a Torino si esibisce Afrika Bambaataa, rapper naturalizzato DJ: il suo nome ricorda più quello di una tribù africana che di un musicista, e in effetti il termine Bambaataa è stato scelto da un film sui guerrieri zulu e in dialetto significa ‘capo affezionato’. Kevin Donovan, classe 1957, è proprio un capo affezionato per la sua ‘Universal Zulu Nation’, organizzazione musicale e artistica giovanile che il DJ ha fondato dopo aver lasciato la famosa street-gang New Yorkese dei Black Spades.

Nell’ambiente oscuro e violento delle bande armate del South Bronx, il genere allora nascente dell’hip hop diviene per Donovan un mezzo per togliere dalla strada i ragazzini che si disputano il controllo del territorio a suon di proiettili, e spingerli verso il progetto musicale Zulu Nation.

Dall'Afrika a Torino con Bambaataa
Dall’Afrika a Torino con Bambaataa

All’inizio degli anni ’80 Bambaataa fonda due hip-hop crew, i Jazzy 5 e i Soulsonic Force: le crew non hanno molto successo ma con i Soulsonic Force il ‘Master of Records’, come lo chiamano ormai tutti in forma di rispetto, produce il singolo Planet Rock, unica vera hit internazionale di Bambaataa che però cambia la storia dell’hip-hop per sempre.

Il groove elettronico sperimentale della canzone e il beat coinvolgente, infatti, rendono questa canzone una pietra miliare della cultura hip-hop.

Negli anni successivi a Planet Rock, Afrika Bambaata non è più riuscito a superare il successo di quel singolo strabiliante, ma questo non gli ha impedito di continuare la sua attività di artista musicale, che l’ha visto lavorare a diciotto dischi e partecipare a moltissimi progetti musicali. Kevin Donovan è tutt’ora considerato tra i fondatori del breakbeat, un genere musicale elettronico basato su poliritmia e battiti sincopati, oltre ad aver fatto i primi passi nel mondo dell’electro-funk.

Afrika Bambaataa sale sul palco dell’Hiroshima Mon Amour stasera alle 10, seguito da M. C. Donald, Ice One, The Nextone e dj set per concludere la serata: accorrete numerosi per il groove che ha fatto ballare una generazione!

 

Arianna Battiston

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here