Home Cronaca di Torino Smat: la storia dell’acqua a Torino

Smat: la storia dell’acqua a Torino

188
SHARE
SMAT: la storia dell'acqua a Torino
SMAT: la storia dell'acqua a Torino

Era il 1° aprile 2001 quando la Smat Spa (Società Metropolitana Acque Torinesi ), azienda che fornisce l’acqua a Torino ed ad altri 285 comuni del Piemonte, nacque dalla fusione dell’Azienda Acque Metropolitane e dall’Azienda Po Sangone.

Ad essere precisi, si dovrebbe iniziare a parlare della SMAT partendo da ciò che erano le due aziende cui deriva.

Tornare quindi un secondo nel 1850 e venire a conoscenza delle iniziali concessioni lasciate alla Società Acque Potabili (SAP), per la creazione del primo acquedotto a Torino derivato dal fiume Sangone.

Successivamente catapultarsi nel 1922 per la realizzazione delle prime condotte per il rifornimento d’acqua tramite il Pian della Mussa e arrivare nel ’45, quando la società Azienda Acquedotto Municipale (AAM) si formerà e poco dopo provvederà ad acquistare tutti gli acquedotti torinesi di proprietà della Società Acque Potabili.

SMAT: la storia dell'acqua a Torino
Smat: la storia dell’acqua a Torino

 

Bisognerà infine aspettare il ’97 per vedere l’Azienda Acquedotto diventare Azienda Acque Metropolitane Torino e il 1975 per la nascita del Consorzio- Po Sangone (allo scopo di depurare le acque nere e del fiume Po), e il ’91 per la trasformazione di quest’ultimo nell’Azienda Po Sangone.

Da qui per la SMAT fu tutto in discesa, in bene s’intende.

Nel 2004 comincia la gestione del potenziale idrico dell’Autorità Territoriale Torinese (ATO3) assieme alla ACEA; nel 2005 assorbe quasi nella totalità la Società Acque Potabili; nel 2007, la cogestione (ACEA-SMAT) determinata dall’ATO3, viene eliminata per rendere la SMAT l’unico amministratore dei servizi idrici.

Infine dal 2008, come da accordo tra l’ATO3, la SAP e la stessa SMAT, quest’ultima controllerà fino al 2022 la struttura idrica di tutti i comuni fino a quel momento sotto la responsabilità della SAP .

Correlato:  Il tour italiano dei Simple Minds riparte da Torino ad Aprile 2017

SMAT: la storia dell'acqua a Torino

Ad oggi la SMAT, serve 286 comuni, dà da bere a più di 2 milioni di persone, tra cui persino gli austronauti russi ed americani nella stazione spaziale che in fatto di gusti hanno idee contrastanti, e riesce addirittura a vincere premi come l’italianissimo Top Utility Assoluto per essere stata “l’azienda che ha coniugato al meglio performance operative con costi mediamente inferiori rispetto ai competitor ed investimenti elevati e con un’attenzione particolare ai rapporti con gli utenti e con il territorio”.

Come dire, un orgoglio torinese nel mondo!

Anzi, mi correggo, nell’universo!

 

 

Damiano Grilli

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here