Home Cronaca di Torino Alla scoperta di Torino con le scuole

Alla scoperta di Torino con le scuole

2
SHARE
Torino Alla scoperta di Torino con le scuole
Torino Alla scoperta di Torino con le scuole

Maggio: con l’arrivo della tanto agognata bella stagione, si apre gioiosamente il periodo di gite fuori porta, scampagnate, weekend alla scoperta di qualche città d’arte.

Ma quanto conosciamo la nostra Torino?

Quando si pensa di dedicarsi ad un po’ di sano turismo culturale, vengono in mente molti posti, ma spesso nella lista dei luoghi da visitare manca la propria città, quella che attraversiamo distrattamente tutti i giorni mentre ci destreggiamo tra i mille impegni quotidiani.

Grazie all’iniziativa “La scuola adotta un monumento”, però, possiamo rimediare.

Il progetto prevede che le scuole torinesi adottino uno dei monumenti cittadini, per studiarne la storia e il valore artistico.

Successivamente, saranno proprio gli studenti ad entrare nei panni del cicerone e a guidare i visitatori nella scoperta del monumento prescelto.

Quest’anno le visite sono distribuite su tutte le domeniche di maggio e in ogni data sarà possibile visitare monumenti differenti.

Torino Alla scoperta di Torino con le scuole

L’iniziativa, attiva anche in altre città italiane, si propone di avvicinare le nuove generazioni alla storia della propria città aiutandole ad apprezzare il valore storico ed artistico dei monumenti che la arricchiscono.

È un’occasione, inoltre, di ricordare l’importanza di alcuni monumenti considerati minori, un po’ al di fuori del normale giro turistico di chi visita Torino.

Ovviamente nel progetto sono stati inclusi anche i luoghi più famosi della città, come Palazzo Madama, Palazzo Carignano o il Museo Pietro Micca, ma anche edifici che a molti torinesi non sarebbe venuto in mente di visitare, nonostante alle spalle abbiano una storia interessante.

Ne è un esempio la Scuola Nicolò Tommaseo (via dei Mille 15), costruita in epoca risorgimentale e segnata dalle vicende dei due conflitti mondiali: adibita a caserma durante la Prima Guerra Mondiale, è diventata un rifugio antiaereo durante la Seconda, dopo essere stata sede provinciale dell’Organizzazione Nazionale Balilla durante il periodo fascista.

Correlato:  Giovani torinesi, sportivi ma in sovrappeso

Torino Alla scoperta di Torino con le scuole

 

 

Un altro edificio dalla lunga storia è la Cascina il Giajone (via Guido Reni 114, oggi sede della Circoscrizione 2), insediamento contadino del ‘600 in cui si potrà visitare un’antica ghiacciaia, l’antenata dei frigoriferi adibita alla conservazione dei cibi.

La scelta degli edifici ha anche valorizzato la storia recente della città, visto che i ragazzi sono stati chiamati ad adottare luoghi come il deposito GTT Tortona-Manin, parte dello sviluppo dei trasporti cittadini a partire dagli anni ’50 o come il recentissimo arco olimpico, simbolo delle Olimpiadi Invernali del 2006.

La scelta è veramente vastissima: sulla pagina web dedicata all’iniziativa si possono trovare tutte le informazioni sui monumenti adottati nelle varie circoscrizioni e in quale domenica è possibile visitarli. Un’occasione da non perdere per scoprire quanta storia e bellezza abbiamo proprio sotto casa.

 

dI Erika Guerra

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here