Home Cronaca di Torino Ponti, Pasqua, concerti ed eventi: il mese chiave del turismo

Ponti, Pasqua, concerti ed eventi: il mese chiave del turismo

3
SHARE
Ponti, Pasqua, concerti ed eventi: il mese chiave del turismo
Ponti, Pasqua, concerti ed eventi: il mese chiave del turismo

Arte, un bel sole, due ponti consecutivi: non c’è dubbio che questo sia un periodo che potrebbe portare a Torino molti turisti, alcuni dei quali hanno approfittato del Ponte fra Pasquetta e 25 aprile, altri invece facendo tesoro della vicinanza fra la festa della Liberazione ed il 1° maggio.

Si fregano intanto le mani i commercianti per i risultati pasquali: ”Ancora una volta Torino si e’ confermata citta’ d’arte registrando un notevole afflusso di visitatori a mostre e musei e questo ci fa ben sperare per i giorni a venire”.

Cosi’ a “Repubblica” la presidente di Ascom Torino, Maria Luisa Coppa, commenta il positivo andamento di presenze registrato dal capoluogo piemontese nel weekend pasquale. ”Un po’ di merito – aggiunge Coppa – va forse anche al meteo incerto che fa prediligere le citta’ d’arte alle mete turistiche piu’ tradizionali di mare e montagna, tuttavia credo che un po’ ovunque cominci a sentirsi un po’ di ottimismo, non tanto dovuto alla cassa quanto piuttosto alla volonta’ di ciascuno di reagire alle difficolta’ lasciandosi alle spalle il periodo piu’ negativo. Lo dimostrano anche le vendite dei prodotti pasquali che in alcuni casi hanno registrato quache lieve incremento, ma comunque non un calo”.

”I dati – conclude Coppa – ci fanno dire, quindi, che almeno dal punto di vista psicologico la fase piu’ critica sembra essere superata. Ora le nostre speranze sono rivolte agli 80 euro in piu’ che le famiglie si aspettano di ricevere a maggio e su cui il settore fa affidamento per un rilancio dei consumi”.

Ponti, Pasqua, concerti ed eventi: il mese chiave del turismo

Alle fortunate coincidenze di calendario si aggiungano una serie di eventi che stanno animando la città e che potrebbero far portare a casa numeri davvero importanti: per citarne alcuni a random, il Torino Jazz festival e il concerto di Robbie Williams il Primo Maggio all’Isozaki per parlare di musica, il Salone del Libro per stare alla cultura e il doppio appuntamento Semifinale-Finale di Europa League allo Juventus Stadium. Per non citare, scaramanticamente per i tifosi bianconeri, l’eventuale bus scoperto che potrebbe fare il giro di Torino per celebrare l’eventuale, o gli eventuali trionfi della Juve.

Correlato:  L'avanzata di Torino nel mondo

Intanto tornando alle vacanze di Pasqua appena terminate, gli afflussi sono in aumento del 10 per cento rispetto all’anno scorso, e pure le guide turistiche segnalano un «ottimo livello di prenotazioni».

Meno entusiastica Federalberghi Torino, che registra un tasso di occupazione delle camere del 60 per cento, «quota piuttosto contenuta, comunque in linea con l’anno passato» come sottolinea sempre a Repubblica il presidente Alessandro Comoletti.

In realtà i freddi numeri parlano di crescita: e per il periodo in corso (avremo i dati solo fra qualche giorno, ovviamente), la previsione è superiore a Pasqua: si pensa a un 67% di camere occupate.

In attesa dell’estate, e del 2015, Torino scalda i motori

Andrea Besenzoni

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here