Home Musica Torino Jazz Festival continua a illuminare le notti sotto la Mole

Torino Jazz Festival continua a illuminare le notti sotto la Mole

5
SHARE
Torino Jazz Festival continua ad illuminare le notti sotto la Mole
Torino Jazz Festival continua ad illuminare le notti sotto la Mole

Chi ha scelto di non andarsene fra il 25 aprile e il 1 maggio ha indubbiamente fatto bene: il Torino Jazz Festival, iniziato venerdì e in corso fino a giovedì prossimo, sta regalando vere e proprie perle come la serata di ieri che ha visto protagonista nientemeno che Al Di Meola, impegnato a suonare nientemeno che i Beatles.

Questa sera, il palco di Piazza Castello ospiterà, alle ore 21.00, un artista d’eccellenza: Manu Dibango. Talentuoso sassofonista, suonatore di marimba, ambasciatore africano, pioniere della world music, ma soprattutto, un Jazz man. Manu Dibango racconta la sua longevità artistica attraverso 8 Decades Tour.

La data italiana per il TJF vedrà il Leone D’Africa raccontare, attraverso un imperdibile show, l’album che lo ha consacrato[…] come artista e ambasciatore della musica africana: Soul Makossa.

Il Makossa, emblema della musica popolare delle grandi città del Camerun, si trasformerà nell’anno 1972 in “tormentone afroamericano”, portando la musica di questo continente a conoscenza del pubblico occidentale.

Con la sua band, Soul Makossa Gang, proporrà una notte all’insegna del ruggente soul africano.

Venendo agli appuntamenti Indoor, presso il Teatro Vittoria in via Gramsci 4, Stefano Battaglia Trio si esibirà in un inedito concerto. Stefano Battaglia, artista dall’incredibile plasticità e flessibilità musicale, accompagnerà il pubblico attraverso THE ART SONGS di Alec Wilder.

Questo compositore, che spazia dalla musica vocale lirica (art songs) a quella popolare (popular songs), ha reso necessario, per la varietà dei suoi generi, un lungo lavoro di[…]reinterpretazione.Il progetto sostenuto da Trio prevede la registrazione dal vivo sia delle prove che del concerto. Il pubblico del TJF avrà l’opportunità di farne parte. Produzione Originale Torino Jazz Festival in collaborazione con Alec Wilder Foundation, Patterson University.

Correlato:  Torino ai piedi dei Depeche Mode

L’ingresso è a pagamento: 10 euro.

Il tutto, in attesa del grande evento del Primo Maggio, quando si esibirà nientemeno che Elio e le Storie Tese. Come spiegano gli organizzatori, “il gruppo ideale per chiudere la festa jazz di Torino.

Istrionici, compositori di una musica che si muove disinvolta tra i generi, partendo da alcuni presupposti: il cabaret, un certo rock demenziale e la lezione di Frank Zappa. Tra umorismo e nonsense, tra gag e grande musica per far divertire i loro fan e tutta la piazza. Chissà, magari eseguiranno il politicamente scorretto ma azzeccato Complesso del primo maggio…”.

Intanto, per una volta, saranno a Torino e non sul palco del Concertone a Roma.

A cura di Andrea Besenzoni

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here