Home Arte Wassily Kandinsky. L’artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.

Wassily Kandinsky. L’artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.

64
SHARE
Wassily Kandinsky. L'artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.
Wassily Kandinsky. L'artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.
Tempo di lettura: 3 minuti

Le cosiddette “mostre di cassetta” ormai sono ciò che fa girare il mercato dell’economia culturale.

Gli ingredienti sono semplici e anche relativamente facili da reperire: – un nome famoso – una location tendenzialmente di richiamo e d’impatto, e non per questo adatta alle opere che verranno esposte – qualche sponsor – delle opere in prestito da qualche museo o collezione di notevole impatto E il gioco è fatto.

Cosi è stato per Renoir a Torino e questo è quello che accade a Vercelli, in primavera, ogni anno.

Dopo le mostre sulle collezioni Guggenheim degli ultimi anni in cui si sono potuti ammirare capolavori delle avanguardie europee e americane, il 2014 rappresenta una svolta, aprendo lo sguardo a oriente. Si inizia con Kandinsky, artista di cerniera tra occidente e oriente.

 

Wassily Kandinsky. L'artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.
Wassily Kandinsky. L’artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.

Non sono mancate peripezie politiche e le consuete polemiche. Sono trascorsi mesi in cui non vi era certezza sulla proseguimento degli appuntamenti di arte contemporanea ecco che invece l’appuntamento è stato rispettato.

La mostra ha aperto le sue porte il marzo scorso – il 29 per l’esattezza – e prosegue fino al prossimo 6 luglio nella cornice dell’Arca presso l’ex chiesa di San Marco, luogo accessibile e comodamente raggiungibile dalla vicina stazione ferroviaria.

22 i quadri esposti – provenienti da otto musei russi – e che non sono molti a dire la verità; tutti realizzati tra il 1901 e il 1922, questi permettono di comprendere il cammino dell’artista verso l’astrattismo.

Correlato:  Juve Museum, Museo del Cinema e Reggia di Venaria tutti insieme!

Wassily Kandinsky. L'artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.

La vera mission dell’esposizione è quella di far conoscere un lato diverso del pittore russo: il suo legame con la Siberia e i siberiani, soprattutto con le tradizioni sciamaniche grazie a un viaggio che l’artista ha compiuto nel 1922 in quei territori. Un percorso che Kandinsky ha iniziato, da studente universitario,la scoperta di usi e costumi della Siberia, avvicinandosi anche alla cultura sciamanica.

Quindi accanto alle opere, tutte selezionate da Anna Petrova direttrice del Russian Museum, sono esposti anche oggetti – costumi, archi e bastoni rituali – prestati dalla Fondazione Sergio Poggianella.

Un appuntamento che potremmo dire essere collaterale alla mostra monografica di Kandinsky a Palazzo Reale di Milano – che chiude il 27 aprile. Del tutto diverso.

Wassily Kandinsky. L'artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.
Wassily Kandinsky. L’artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.

La mostra, che sancisce una nuova collaborazione con il Museo Nazionale di San Pietroburgo, si pone come uno dei principali appuntamenti culturali sulla scena piemontese della primavera 2014.

A prescindere dalla qualità per alcuni versi discutibile – anche se non rappresenta l’unico esempio di progetti scientificamente poco strutturati e non è quindi possibile annoverarlo tra i peggiori che ci siano stati – la mostra può rappresentare una seria modalità di guadagno per le povere casse della cultura, a patto solo che poi si reinvesta anche in progetti decisamente più pensati.

E sicuramente una fonte di guadagno per giovani della zona, già colpiti decisamente dalla crisi. Sperando che siano almeno interessati a tutto questo.

Correlato:  AMIEX 2014: il resoconto

Comunque una piccola gita fuori porta, nella deliziosa Vercelli merita di essere fatto.

Wassily Kandinsky. L'artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.
Wassily Kandinsky. L’artista come sciamano: un ottimo pretesto per scoprire Vercelli.

Una scusa per andare alla scoperta di altri scrigni d’arte interessanti e decisamente degni di essere visti.

In primis, i musei vercellesi.

Wassily Kandinsky. L’artista come sciamano. presso ARCA di Vercelli – Chiesa di San Marco piazza San Marco

Orari di apertura: dal lunedì alla domenica dalle ore 10 alle ore 20.

Il costo del biglietto singolo è di 10 euro per quello intero ed 8,50 per quello ridotto.

Per ulteriori informazioni sui costi e come arrivare alla mostra: Coop culture.

 

Giulia Copersito



Commenti

SHARE